A- A+
Viaggi
A Vienna, sfarzosa e (un po' irriverente) per i mercatini di Natale
Hotel Beethoven Wien

Dalla metà di novembre fino a Natale i luoghi più belli di Vienna si trasformano in suggestivi mercatini. Con l'aroma dei biscotti speziati e il punch caldo si diffonde l'atmosfera tipica natalizia e austriaca allo stesso tempo: ce ne sono almeno una decina (qui l'elenco completo).  Imperdibili quello di “Schönbrunn” e della più raccolta e meno conosciuta frazione dello “Spittelberg”, il paesino all'interno della città con zona pedonale, antichi vicoli e sorprendente atmosfera. C'è poi il fascino del Naschmarkt, il mercato più famoso della capitale. Con quasi 120 bancarelle e locali, l'offerta alimentare è variegata e spazia dalla cucina viennese a quella indiana, vietnamita e italiana. Il mercato delle pulci al sabato è ormai un cult.  

Qui, nel cuore pulsante e bohémienne del Naschmarkt, l’Hotel Beethoven Wien (foto nella gallery in alto) offre un punto di partenza ideale per scoprire la città a piedi. In questa struttura a 4 stelle, completamente ristrutturata nel 2010 dalla  proprietaria Barbara Ludwig, oggetti di design si accostano con maestria a mobili Biedermeier. Un mix di tradizione viennese, rivisitata in chiave contemporanea, e architettura minimale, enfatizzata da giochi di luce e colori.  Tra le 47 camere distribuite su sei piane, particolari sono soprattutto le Classic Selection al 5° e le Salon Zimmer al 6° piano: interpretate da Raimund Brunmair, noto interior designer viennese, e da David Carter, interior designer inglese. Queste ampie sistemazioni, ricche di oggetti e arredi curiosi provenienti dall’Italia (Ciacci), dalla Francia (Moissonier) dall’Austria e dall’Inghilterra (Portaromana), godono della vista all’orizzonte dalle enormi vetrate incassate nel soffitto.

Vienna è, nonostante le dimensioni, una città a misura d’uomo, dal fascino sfarzoso e un po' irriverente. Capitale del senso artistico in Europa con i capolavori acuti di Klimt, gli stravaganti palazzi di Hundertwasser e il passaggio del grande talento musicale di Mozart, Vienna è in continua evoluzione. Mete imperdibili sono la Hofburg (metropolitana U3 fermata Herrengasse), uno dei palazzi più grandiosi di Vienna, non a caso quello imperiale, fra le cui mura si sono intrecciate le storie altalenanti della famiglia degli Asburgo, la Cattedrale di Santo Stefano (metropolitana U1, U3 fermata Stephansplatz) con lo splendido tetto maiolicato rivestito da 250.000 tegole smaltate, il Museo di Belle Arti di Vienna comprende moltissimi capolavori della storia dell'arte occidentale, fra cui l'"Arte del Dipingere" di Vermeer, la "Madonna del Prato" di Raffaello, i dipinti delle infanti di Velázquez e diverse opere di Rembrandt, Rubens, Dürer, Tintoretto e Tiziano per terminare con una visita al Prater di Vienna (metropolitana U1 fermata Praterstern) con 250 attrazioni e 6 milioni di metri quadri di boschi, prati e spiagge artificiali e un giro sull’affascinante ruota panoramica diventata ormai quasi simbolo della città. Irrinunciabile: una fetta di Sacher Torte preceduta da una calda Griessnockerlsuppe, i classici gnocchetti di semolino in brodo.

L’Hotel Beethoven Wien si affaccia sul famoso “Theater an der Wien” dove è avvenuta la prima de “Il flauto magico”. Dal mezzanino vetrato  si può ammirare il “Papagenotor” ovvero la porta di Papageno. La stazione della metropolitana Karlsplatz (linee U1, U2 e U4), la Staatsoper, il viale Ringstrasse e il Museumsquartier sono raggiungibili in soli 5 minuti a piedi, la Cattedrale di Santo Stefano si trova a 15 minuti di cammino.

Le camere Classic Selection all’Hotel Beethoven Wien sono disponibili da 114 euro per camera mentre le Salon Zimmer partono da 139 euro. Prima colazione compresa. Bimbi da 0 a 6 anni gratis. Una chicca? La domenica è possibile liberare la stanza con calma, anche poco prima della mezzanotte, pagando solo 50 euro per questo “very late” check-out (soggetto a disponibilità).

Tags:
viennamercatininatale
in evidenza
Gregoraci lascia la casa di Briatore Racconto in lacrime sui social

Costume

Gregoraci lascia la casa di Briatore
Racconto in lacrime sui social

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Honda svela la nuovo generazione di HR-V

Honda svela la nuovo generazione di HR-V


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.