Fondatore e direttore
Angelo Maria Perrino

Su Ultima Books non si vendono più e-book del Gruppo Mondadori, che qui spiega perché

IL CASO/ Dal primo gennaio 2014 sul portale Ultima Books non sono più disponibili gli e-book del Gruppo Mondadori. La notizia ha fatto discutere nei giorni scorsi in rete. Sandra Furlan, responsabile digital developement Libri Trade del primo gruppo librario italiano, chiarisce su Affaritaliani.it la posizione della Mondadori: "Se non abbiamo rinnovato il contratto con Ultima Books e con un'altra piccola realtà italiana, come pure con una grande realtà internazionale della telefonia, di cui al momento non posso fare i nomi, è solo ed esclusivamente per motivazioni commerciali" - I DETTAGLI E L'INTERVISTA

di Antonio Prudenzano
su Twitter: @PrudenzanoAnton

Dal primo gennaio 2014 sul portale Ultima Books non sono più disponibili gli e-book del Gruppo Mondadori (oltre ai testi digitali pubblicati dal marchio omonimo, quindi, la novità - che in rete ha fatto storcere il naso a molti - riguarda  anche quelli proposti da case editrici come Einaudi, Sperling & Kupfer, Piemme, Harlequin ed Electa). Ma perché il primo gruppo librario italiano ha preso la decisione di mettere fine ai contratti stipulati con Simplicissimus Book Farm Srl?

Svolta in libreria: e-book in regalo a chi compra la novità in cartaceo... Cavallero spiega il test del gruppo Mondadori - L'intervista pubblicata il 10 dicembre 2012

Presto gli e-book in streaming anche in Italia. Ma per il numero uno di Mondadori Libri l'impatto più forte lo avrà MatchBook di Amazon... - Inchiesta pubblicata il 7 ottobre 2013

Il sito Finzioni ipotizza che  si tratti di una "manovra commerciale mirata", e cita l'alleanza tra Mondadori e Kobo ("Che forse il gigante si sia reso conto che una piccola realtà come Simplicissimus aveva cominciato a erodere pericolosamente il terreno sotto i suoi piedi – soprattutto per quanto riguarda la distribuzione – e abbia deciso di ricorrere a queste drastiche misure?", si chiede). 

LA SPIEGAZIONE DI SANDRA FURLAN - Visto che sul blog di Ultima Books la libraia digitale Lucia Zitelli ha informato i lettori di non aver ricevuto spiegazioni da parte del gruppo Mondadori, Affaritaliani.it ha chiesto direttamente a Sandra Furlan, responsabile digital developement Libri Trade del  primo gruppo librario italiano, perché è stata presa questa decisione: "Non c'è alcun problema personale, né con Ultima Books, né con altre realtà, grandi e piccole, con cui chiuderemo i rapporti nei prossimi mesi. Come avevamo già chiarito quando nel 2010 siamo partiti con gli e-book, è nostro interesse non allargare a chiunque la collaborazione, con l'intento di mantenere il controllo sulla distrubuzione. Se non abbiamo rinnovato il contratto con Ultima Books e con un'altra piccola realtà italiana, come pure con una grande realtà internazionale della telefonia, di cui al momento non posso fare i nomi, è solo ed esclusivamente per motivazioni commerciali. Se una realtà, grande o piccola che sia, cresce meno, per noi è preferibile concentrarci su altri portali, italiani e non". A questo proposito, al momento il gruppo Mondadori lavora con una quindicina di portali di vendita di e-book: "Siamo sempre aperti a nuove collaborazioni, anche con aziende italiane, grandi e piccole che siano, e lo dimostrano alcuni contratti che abbiamo firmato recentemente, non c'è alcuna chiusura a priori da parte nostra, e nessuna preferenza per i colossi dell'editoria digitale".

ultimabooks
 

Condividi su

In vetrina

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
Il video più apprezzato

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it