A- A+
Politica

 

 

berlusconi letta 500 copia

Furibondo. Enrico Letta ha ricevuto la notizia delle dimissioni dei ministri Pdl del suo esecutivo da una telefonata di Angelino Alfano e il modo e le motivazioni gli hanno fatto perdere le staffe come raramente gli era capitato in questi mesi pur travagliati, di guida del governo. Cosi' prima ha chiamato il Capo dello Stato per annunciargli la notizia, poi ha preso carta e penna e di suo pugno ha scritto un comunicato durissimo in cui ha attaccato Berlusconi per il "gesto folle e irresponsabile" fatto solo per "coprire le sue vicende personali". La decisione sull'Iva, poi, e' stata colpa delle dimissioni del Pdl ed e' stata presa anche dai suoi ministri: "Gli italiani - ha scritto Letta - sapranno rimandare al mittente una bugia cosi' macroscopica e un simile tentativo di totale stravolgimento della realta'". Dopo questa nota, Letta ha ripreso in mano il discorso che stava scrivendo da stamane. Oggi salira' al Quirinale per un colloquio con Napolitano.  Governo: Letta furibondo, voglio si' o no davanti al Paese 

Non andrà da lui dimissionario, ma concorderà con il Capo dello Stato il percorso da affrontare con un'unica certezza e determinazione: ora a maggior ragione serve un chiarimento alla luce del sole, davanti agli italiani. Insomma, il premier intende avere un voto dal Parlamento. Come ancora e' da stabilire e lo si valutera' con Napolitano. "Se fosse per il suo interesse dovrebbe tirarsi fuori definitivamente", spiega un lettiano "ma ci sono alcuni passaggi necessari per il Paese".

E cioe' la legge di Stabilita' da portare a Bruxelles entro il 15 ottobre, la correzione del deficit e il rifinanziamento delle missioni internazionali. Letta, dunque, potrebbe dover restare in carica almeno per queste tre 'incombenze'. Sugli scenari dunque tutto e' aperto. C'e' chi parla di interim e di squadra rinnovata gia' prima del chiarimento parlaentare e chi invece ipotzza un Letta bis, ma tutto dipendera' dal colloquio al Colle. "Ma il premer vuole un voto su questo governo - spiega chi gli ha parlato oggi - perche' i governi nascono e muoiono in Parlamento. Se si dovesse andare a un rimpasto, sarebbe anche opportuno vedere prima quale sarebbe la maggioranza". "Un governo da ristrutturare cosi' tanto, difficilmente potrebbe evitare di riproporsi davanti al Parlamento" spiega un lettiano, ma chi gli ha parlato nelle ultime ore ricorda che il premier non ha mai lavorato a maggioranze alternative.

"E' anche naturale che lui pensi a una futura competizione contro il centrodestra - ragiona un parlamentare a lui vicino - ma prima transitera' il Paese verso le elezioni e quindi cerchera' il modo perche' il Parlamento vari la legge di stabilita' e se possibile anche la legge elettorale". Del resto, fa notare un dirigente Pd, "solo alcuni renziani hanno invocato elezioni subito. Tutti gli altri, Civati compreso, hanno chiesto che prima venga varata la legge di stabilita' e venga riformato il Porcellum". I renziani, in realta', chiedono che non ci siano pasticci di sorta e che si vada a una svolta, con elezioni, subito o in primavera dipendera' da Napolitano. In realta' il fatto e' che pochi scommettevano su una chiusura totale del Cavaliere e lo choc e' ancora forte. I primi ragionamenti si cominciano a fare in queste ore e sono i piu' disparati. Il vero passaggio cruciale, ancora un volta, sara' nel confronto tra Napolitano e Letta nelle prossime ore.

Tags:
berlusconigovernocrisiministridimissioni

in vetrina
FABRIZIO CORONA: "CHIEDO PERDONO A SILVIA PROVVEDI. L'HO FATTA SOFFRIRE"

FABRIZIO CORONA: "CHIEDO PERDONO A SILVIA PROVVEDI. L'HO FATTA SOFFRIRE"

i più visti
in evidenza
Del Santo, racconta il suo incubo Monte e Basile confessano che...

Grande Fratello Vip News

Del Santo, racconta il suo incubo
Monte e Basile confessano che...

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Peugeot, debutta la serie speciale 308: Tech Edition

Peugeot, debutta la serie speciale 308: Tech Edition

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.