A- A+
Roma
Maturità: al posto del quizzone una prova divisa per indirizzo di studio

Maturità, addio al quizzone e spazio ,su alcune discipline specifiche, a una prova standard comune per tutte le scuole dello stesso tipo. E' la proposta del presidente dei presidi del Lazio, Mario Rusconi.

Scrive Rusconi: “Con la terza prova, detta anche quizzone, che si è svolta oggi gli scritti degli esami di maturità si sono conclusi. Per questo tipo di prova è stato l’ultimo anno, poiché dall’anno prossimo le prove scritte degli esami ritorneranno ad essere due, quelle più tradizionali, ovvero il tema d’italiano e la prova specifica per tipologia di indirizzo scolastico. La terza prova è stata, da sempre, certamente quella meno temuta dai ragazzi che l’hanno considerata molto più vicina alle loro aspettative, essendo non unica per tutte le scuole a livello nazionale, ma preparata dai docenti delle singole commissioni, e quindi condivisa tra i commissari esterni e quelli interni. Dal prossimo anno, il quizzone, cederà il posto alla valutazione del curriculum e all’esperienza conseguita con l’alternanza scuola-lavoro. Da qui la necessità per i ragazzi di costruirsi, soprattutto, negli ultimi tre anni il proprio curriculum fatto di meriti scolastici, di conoscenze approfondite, ma anche di esperienze formative con i progetti di alternanza scuola-lavoro proposto dalle scuole.

E aggiunge: “Sarebbe importante recuperare a livello nazionale, e su alcune discipline specifiche, una prova standard comune per tutte le scuole dello stesso tipo. Un confronto ulteriore per i ragazzi su particolari argomenti di alcune discipline, che abbia però un carattere unico e non com’è avvenuto finora individualizzato per ogni singola commissione. Un metodo, peraltro quest’ultimo, che ha disallineato sicuramente il carattere esclusivo nazionale che invece hanno le altre due prove scritte”.

Infine, conclude Rusconi: “Una prova di questo tipo, ma soprattutto fatta in questo modo, ridarebbe quell’effetto a sorpresa che i ragazzi con la terza prova non hanno perché, come spesso è accaduto, i commissari interni hanno portato in sede di formulazione della prova argomenti, domande e risultati trattati specificatamente con i ragazzi durante l’anno scolastico. Atteggiamento che se può sembrare d’aiuto ai ragazzi, favorendoli in qualche modo, in realtà ha creato in loro molto spesso aspettative fuorvianti”.

Tags:
maturitàquizzoneesamirusconipreside

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Basta nudo di donna, l'arte delle fotografia va oltre il Frutto Proibito

Basta nudo di donna, l'arte delle fotografia va oltre il Frutto Proibito

i più visti
i blog di affari
Economia e management secondo Corsera e Bocconi. Una nuova collana editoriale
di Paolo Brambilla - Trendiest
La verità dietro il caso Casalino-Mef
di Angelo Maria Perrino
Giancarlo Prandelli a Pisacane Arte. "Mani in Pasta" gli dedica ... una pizza
di Paolo Brambilla - Trendiest

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.