A- A+
Affari Europei
Ue, scontro bilancio 2021 2027. Governi divisi sulle nuove regole

Ue: sul tavolo il bilancio 2021-2027, governi dei 27 divisi

Gli Stati membri dell'Unione Europea rimangono divisi sulle risorse da destinare al bilancio 2021-2027, mentre si apre oggi un nuovo round di negoziati sul quadro finanziario pluriennale al Consiglio Affari Generali. Tytti Tuppurainen, la ministra per gli Affari europei della Finlandia, che ha la presidenza di turno dell'Ue, ha detto di aver presentato una proposta di compromesso con “delle cifre” e la volontà di mettere fine agli sconti al bilancio per i paesi contributori netti. In ottobre la presidenza finlandese aveva indicato una forchetta tra l'1,03% e l'1,08% del Reddito Nazionale Lordo (RNL) contro l'1,11% proposto dalla Commissione e l'1,3% chiesto dall'Europarlamento. Ma Olanda, Svezia, Danimarca e Austria – il gruppo di paesi battezzato “frugali”, la cui posizione di contributori netti dovrebbe peggiorare a causa della Brexit – hanno confermato la loro volontà di mettere un tetto al bilancio pluriennale dell'Ue al 1% del RNL.

La posizione della Finlandia e dei rigoristi contro quella di Italia ed Est

“Quei paesi che chiedono un bilancio più restrittivo non sono cattivi europei o anti-europei”, ha detto il ministro degli Esteri dell'Austria, Alexander Schallenberg, al suo arrivo al Consiglio Affari Generali: “se abbiamo la Brexit, con una delle più grandi economie che se ne va, non possiamo aver un bilancio che aumenta. Possiamo fare molto e più che in passato con l'1% del RNL”. Altri paesi – tra cui quelli dell'Est e l'Italia – sono favorevoli a un tetto più alto per garantire la Politica Agricola Comune e la Politica di Coesione.

La Francia si propone di fare da mediatrice

La Francia si è detta favorevole a “trovare un equilibrio” tra le due posizioni, ha spiegato il per gli Affari europei, Amélie de Montchalin: “l'1% può essere il contributo nazionale di ciascuno Stato membro” che “può essere completato dalle risorse proprie dell'Ue” come la tassa carbonio alle frontiere, la tassa sulla plastica non riciclata e il mercato ETS (il sistema di scambio di quote di emissione, ndr). “E' una posizione su cui si può trovare un equilibrio”, ha detto de Montchalin.

Commenti
    Tags:
    uebilancio europeogoverni
    Loading...
    Loading...
    i più visti
    

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    il Museo Mercedes-Benz festeggia il suo 15 ° compleanno

    il Museo Mercedes-Benz festeggia il suo 15 ° compleanno


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.