I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Lo sguardo libero
Prima o poi i catalani otterranno la secessione da Madrid

Non bisognerebbe mai stancarsi di solidarizzare e non abbandonare al loro destino coloro che lottano per la democrazia e la libertà. Dopo il sostegno ai cittadini di Hong Kong e ai curdi del nord della Siria, oppressi rispettivamente dai regimi della Cina comunista del capo assoluto Xi Jinping e della democrazia autoritaria del presidente/dittatore Recep Tayyip Erdogan, sembra giunto il momento di stare dalla parte del popolo catalano.

Il Tribunale supremo dello Stato centralista di Madrid ha condannato i vertici delle istituzioni e della società civile catalana dai nove ai 13 anni di carcere per sedizione a seguito della secessione dichiarata nel novembre del 2017, a ratifica del referendum che ottenne il 90% dei voti e appoggiata da milioni di cittadini. A maggior ragione bisognerebbe schierarsi per il sogno indipendentista della Catalogna perché si tratta di una rivoluzione del tutto democratica e pacifica, tanto è vero i condannati non sono stati ritenuti colpevoli di violenza.

Gli argomenti di Madrid sono comprensibili. Nessun Stato rinuncia a parte del suo territorio, a maggior ragione se ricco come quello che ha come centro Barcellona. È anche vero che i destini della Castiglia e della Catalogna sono da sempre intrecciati, fin dalle origini unitarie di fine 400 della Spagna. Tuttavia la consapevolezza e le ragioni di un popolo cambiano. Detto altrimenti, nella storia niente è definitivo. Se i catalani, con cultura, identità e lingua proprie, decidono pacificamente e democraticamente di essere Stato sovrano, prima o poi lo otterranno.

Commenti
    Tags:
    barcellonaspagna
    in evidenza
    Diletta Leotta, incidente a luci rosse a Scherzi a Parte. LE FOTO

    Lo scherzo e l'imprevisto

    Diletta Leotta, incidente a luci rosse a Scherzi a Parte. LE FOTO

    
    in vetrina
    Automotive, da ALD arrivano nuove soluzioni di mobilità sostenibile

    Automotive, da ALD arrivano nuove soluzioni di mobilità sostenibile


    motori
    Nuova Peugeot e-208, 400 km di autonomia grazie ad un nuovo motore elettrico

    Nuova Peugeot e-208, 400 km di autonomia grazie ad un nuovo motore elettrico

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.