A- A+
Coronavirus
Vaccino, Gimbe: 2.9 milioni over 50 senza nemmeno una dose

 Covid Gimbe, calano i nuovi casi di contagio (28.676 vs 33.712), stabili i decessi (394 vs 389). In diminuzione anche le ospedalizzazioni (-5,5% area medica, -6,9% terapia intensiva) ma differenze regionali

Dati di riferimento alla settimana 15-21 settembre 2021, del monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe. In calo anche i casi attualmente positivi (109.513 vs 122.340), le persone in isolamento domiciliare (105.060 vs 117.621), i ricoveri con sintomi (3.937 vs 4.165) e le terapie intensive (516 vs 554). "Continuano a diminuire i nuovi casi settimanali - dichiara Nino Cartabellotta, presidente della fondazione - sia come numeri assoluti che come media mobile dei casi giornalieri che si attesta a 4.097".

Nella settimana 15-21 settembre 2021, rispetto alla precedente, solo 4 regioni registrano un incremento percentuale dei nuovi casi, mentre in tre  regioni crescono i casi attualmente positivi. Scendono a 35 le province con incidenza pari o superiore a 50 casi per 100.000 abitanti, ma in nessuna si superano i 150 casi per 100.000 abitanti. Sostanzialmente stabili i decessi: 394 negli ultimi 7 giorni (di cui 33 riferiti a periodi precedenti), con una media di 56 al giorno, pari a quella della settimana precedente.

"Sul fronte ospedaliero - afferma Renata Gili, responsabile Ricerca sui Servizi Sanitari - si conferma il calo dei posti letto occupati da pazienti covid: rispetto alla settimana precedente scendono del 5,5% in area medica e del 6,9% in terapia intensiva". A livello nazionale il tasso di occupazione rimane basso (7% in area medica e 6% in area critica), seppur con notevoli differenze regionali.

Sopra la soglia del 15% le ospedalizzazioni in Sicilia e Calabria

Per l'area medica si collocano sopra la soglia del 15% Calabria (18%) e Sicilia (17%); per l'area critica nessuna Regione supera la soglia del 10%. "Continuano a diminuire anche gli ingressi giornalieri in terapia intensiva - spiega Marco Mosti, Direttore Operativo di Gimbe - con una media mobile a 7 giorni di 32 ingressi/die rispetto ai 36 della settimana precedente".

Vaccino:  2,88 milioni over 50 senza nemmeno una dose 

Circa 3,7 milioni di persone over 50 (13,5%) non hanno ancora completato il ciclo vaccinale, con rilevanti differenze regionali (dal 16,3% della Calabria al 6,3% della Puglia): di questi, ben 2,88 milioni non hanno ancora ricevuto nemmeno una dose.

Dal rapporto settimanale Gimbe si registra che al 22 settembre il 75% della popolazione (pari a 44.450.943 persone) ha ricevuto almeno una dose (+526.912 rispetto alla settimana precedente) e il 69,8% (41.345.448) ha completato il ciclo vaccinale (+1.049.468). Secondo Gimbe, inoltre, continua a scendere il numero di somministrazioni settimanali di vaccino anti-Covid che si attesta a 1.480.800.

"Numero di nuovi vaccinati settimanali, dopo la timida risalita di fine agosto (831mila), nell'ultima settimana  crollato intorno a quota 487mila", commenta Cartabellotta. "Stante l'attuale e ingiustificata indisponibilità pubblica di dati sulle prenotazioni non è possibile sapere in che misura questi numeri saliranno nelle prossime settimane per effetto dell'estensione dell'obbligo di green pass sui luoghi di lavoro".

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    vaccino covidgimbe vaccini
    in evidenza
    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    Corporate - Il giornale delle imprese

    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    i più visti
    in vetrina
    Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza

    Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza


    casa, immobiliare
    motori
    Nuovo Nissan Qashqai si aggiudica le Cinque stelle Euro NCAP 2021

    Nuovo Nissan Qashqai si aggiudica le Cinque stelle Euro NCAP 2021


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.