A- A+
Costume
"Alla Tavola della principessa Costanza", festeggiamenti rinviati per il Covid

Festeggiamenti per le nozze rinviati a causa della pandemia: si tratta di una realtà purtroppo ricorrente a causa della pandemia, ma a fare notizia in questo caso è il fatto che le nozze in questione sono quelle “principesche” tra Antonello Sanseverino e Costanza di Montefeltro, svoltesi nel 1480, e che i festeggiamenti annullati sono quelli riproposti in loro onore ogni estate dalla Pro Loco Teggiano. L’edizione 2020 de “Alla Tavola della Principessa Costanza” non si farà: la manifestazione regina dell’estate salernitana, dopo 26 anni ininterrotti di successi, già prevista ad agosto non potrà riaccendere la sua spettacolare macchina del tempo. La decisione, sofferta ma inevitabile a causa della pandemia e delle sue conseguenze, è stata presa nel corso dell’assemblea dei soci della Pro Loco Teggiano.  

Si tratta -conferma il presidente della Pro Loco Teggiano Biagio Matera- di una scelta a lungo meditata. Abbiamo sperato fino all’ultimo momento che potesse accadere qualcosa, che ci fosse una evoluzione tale da consentirci anche quest’anno di vivere in sicurezza la nostra festa medievale. Purtroppo non è stato così”. Alla Tavola della Principessa Costanza è un evento internazionale, capace di attirare ogni anno a Teggiano e nel Vallo di Diano decine di migliaia di visitatori, molti dei quali arrivano da tutto il mondo. Un flusso di persone che non sarebbe stato assolutamente possibile gestire in sicurezza, con la pandemia ancora in corso. La stessa riapertura delle frontiere avrebbe comportato conseguenze potenzialmente pericolose, sia per gli stessi visitatori che per la cittadinanza di Teggiano.

“Quando un evento coinvolge una intera comunità, come accade a Teggiano con Alla Tavola della Principessa Costanza- spiega Matera- la decisione di annullarlo deve essere condivisa, e per questo motivo abbiamo voluto che se ne discutesse nell’ambito dell’assemblea dei soci”. La decisione finale di annullare l’evento, inevitabile dal punto di vista operativo, è stata dettata anche da considerazioni più generali di opportunità, visto il momento generale. Resta un boccone amaro da ingoiare non solo per i teggianesi, legatissimi alla loro Principessa Costanza, ma anche per migliaia di appassionati della kermesse medievale. Come dimostra l’incessante richiesta di informazioni, formulata anche attraverso i social, alla Pro Loco Teggiano.

Sarà dunque una estate diversa a Teggiano: ma la città d’arte e l’intero Vallo di Diano rappresentano, ancora più di sempre, una meta attrattiva per i visitatori che vorranno trascorrere un periodo di vacanza in assoluto relax e in piena sicurezza. “Con il Consorzio delle Pro Loco del Vallo di Diano -sottolinea Matera- stiamo condividendo un progetto di valorizzazione degli aspetti culturali, storici, gastronomici e ambientali del nostro splendido territorio. Costanza per 26 anni è stata una vetrina importante per tutto ciò, e tornerà ad esserlo il prossimo anno. Nel frattempo, proprio a seguito del Covid, il turismo deve quest’anno più che mai valorizzare aspetti per noi innati: bellezze architettoniche e museali, ma anche percorsi immersi nel verde e naturalistici, ed ovviamente l’ottima enogastronomia locale. Tutti elementi che Teggiano e il Vallo di Diano possiedono in abbondanza: l’invito è dunque quello di venire a trascorrere qualche giorno in tranquillità e sicurezza qui da noi, in attesa della 27esima edizione”.  “Alla Tavola della Principessa Costanza” è organizzata dalla Pro Loco Teggiano, con il supporto del Comune di Teggiano e della Regione Campania.  

 

Commenti
    Tags:
    teggianosposacostanzaaltavilla





    in evidenza
    Annalisa, il duetto con Tananai infiamma i social. I fan sognano la coppia

    Guarda il video

    Annalisa, il duetto con Tananai infiamma i social. I fan sognano la coppia

    
    in vetrina
    Mama Industry, la rivoluzione nella consulenza delle PMI: intervista al fondatore Marco Travaglini

    Mama Industry, la rivoluzione nella consulenza delle PMI: intervista al fondatore Marco Travaglini

    motori
    Fiat svela la Grande Panda: il futuro della mobilità urbana

    Fiat svela la Grande Panda: il futuro della mobilità urbana

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.