A- A+
Costume
Donne manager, aumenta il numero. Ma sono ancora solo una su quattro

Bene ma non benissimo. Cresce il numero di donne manager nel mondo, ma resta ancora enorme il divario con gli uomini. A livello globale solo il 25% dei dirigenti porta la gonna e in Italia la situazione è abbastanza simile: ogni quattro ruoli apicali, uno è coperto da una donna.

I dati emergono da una ricerca effettuata da Linkedin, il social network per professionisti, che ha anlizzato gli oltre 467 milioni di profili dei suoi utenti a livello globale per estrapolare dati sullo sviluppo del mondo del lavoro ad alti livelli. Sono emerse le aziende, le posizioni lavorative e le nazioni nelle quali le donne stanno avendo più successo in termini di business.

Donne al lavoro nel mondo

A partire dal 2008 sempre più professioniste sono state assunte in ruoli di alto profilo a livello aziendale in tutto il mondo e, nonostante esista ancora un grosso gap di genere, si iniziano a vedere dei significativi passi avanti che hanno portato al raggiungimento di quel 25%. Canada, Stati Uniti e Francia hanno la più alta percentuale di donne manager. 

Ecco la classifica del 2016:
•Canada: 32,9%
•Stati Uniti: 32,9%
•Francia: 32,4%
•Australia: 31,7%
•Olanda: 29,8%
•Spagna: 29,8%
•Gran Bretagna: 28,6%
•Italia: 27,5
•Messico: 22,3%
•India: 17,1%

Tra le nazioni che negli ultimi 8 anni sono cresciute di più, per quanto riguarda l'occupazione femminile, ci sono:  l’India (+19%), l’Olanda (+16%) e la Francia (+10%). Mentre la Spagna è cresciuta pochissimo: l'incremento è solo del 3%.

Il nostro Paese è nella top ten, ma si posiziona comunque tra le ultime posizioni, superando solo il Messico e l'India. Il dato positivo è che dal 2008 ad oggi le assunzioni femminili in ruoli manageriali sono aumentate del 6%.

I dati estrapolati da Linkedin cercano anche di far luce sulle aree professionali, a livello globale, che contano il maggior numero di lavoratrici.
•Istruzione e non-profit - 47%
•Healthcare e farmaceutico - 39,9%
•Media e intrattenimento - 34,2%
•Servizi finanziari e assicurazioni - 25%
•Industria e manifatturiero - 19,2%
•Tecnologia - 18,9%
•Trasporti - 17,5%
•Energia - 17,4%

Il settore energetico, all'ottavo posto della classifica, ha addirittura riscontrato un calo della presenza femminile del 5% negli ultimi 8 anni. Mentre il settore con un maggior aumento è quello tecnologico. Questa area del business ha visto un cambiamento radicale con una crescita del 18% in posizioni di spicco a livello globale.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
donne managerquote rosadonne dirigentilinkedin
in evidenza
Fine dell'Ue, terremoti, siccità... Nostradamus, le profezie 2022

Che cosa accadrà il prossimo anno

Fine dell'Ue, terremoti, siccità...
Nostradamus, le profezie 2022

i più visti
in vetrina
Meteo, inverno sconvolto dalla Niña. Neve in pianura già a dicembre

Meteo, inverno sconvolto dalla Niña. Neve in pianura già a dicembre


casa, immobiliare
motori
Nuova Ford Focus: un accurato restyling aggiorna look e tecnologie

Nuova Ford Focus: un accurato restyling aggiorna look e tecnologie


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.