A- A+
Costume
"I maschi sono sotto attacco". Il filosofo youtuber che impazza sul web

"L'Occidente ha perso la fiducia nella mascolinità", questo il messaggio viral di un accademico canadese, Jordan Peterson, sconosciuto fino a due anni fa, diventato oggi l'intellettuale allo stesso tempo più venerato e più criticato di Internet. Questo professore di psicologia cavalca una preoccupazione diffusa, messa in ombra dall'attenzione riservata alla rivoluzione "MeToo": quella di un declassamento generale del maschio. Dietro l'ondata di indignazione contro il dominio maschile che sarebbe ancora visibile attraverso le molestie sessuali, si cela un'altra verità: che fine ha fatto la mascolinità? Jordan Peterson, definito dal New York Times in un lungo articolo il "custode del patriarcato", sta viaggiando nel mondo di lingua inglese per diffondere le sue teorie. Quella di base è che, per rinascere, alle società occidentali serve un progetto psicologico, mirato ad aiutare le persone a mettere ordine nelle loro vite, non un progetto sociologico che cerca di migliorare la società attraverso la politica, o la cultura, o concentrandosi sull'identità di classe, razziale o di genere.

Il suo libro "12 Rules for Life: An Antidote to Chaos" (12 regole per la vita: un antidoto al caos) - solo il secondo che abbia pubblicato - ha venduto più di un milione di copie. Il suo canale YouTube ha 1,26 milioni di follower. Nelle sue affollatissime conferenze Jordan Peterson dice al suo pubblico che non c'è vergogna a guardare indietro a un modello del mondo Anni '50. "Lo spirito maschile è sotto assalto", dice. Nel mondo di Mr. Peterson, l'ordine è maschile. Il caos è femminile. E se un'overdose di femminilità è il veleno di oggi, lui conosce la cura. Da qui il sottotitolo del suo nuovo libro: "An Antidote to Chaos". "Dobbiamo riscoprire i valori antichi ed eterni e poi viverli", dice. 

Una società patriarcale ha un senso e si basa principalmente sulla competenza degli uomini: questa la tesi con cui un gruppo di intellettuali che stanno lavorando diligentemente per minare gli sforzi tradizionali e liberali per promuovere l'uguaglianza, scrive ancora il New York Times.

Peterson si è dovuto radicalizzare, perché la "sinistra radicale" vuole eliminare le gerarchie, che lui dice essere l'ordine naturale del mondo. Nel suo libro illustra questa idea con il comportamento sociale delle aragoste, animali con un forte senso delle gerarchie nonché una specie molto antica. Ecco perché i suoi fan mettono le immagini di questi crostacei sulle loro tazze e magliette. 

La sinistra si rifiuta di ammettere che il patriarcato, ritenuto così oppressivo, è nato a partire dalle competenze, ribadisce, illustrando le sue argomentazioni con abbondanti riferimenti a miti antichi, storie di streghe, allegorie bibliche e antiche tradizioni. 

Infine, la teoria della monogamia forzata per fare in modo che tutti gli uomini abbiano una partner. La società deve lavorare per questo, solo così si possono tra l'altro evitare esplosioni di violenza". E commenta il caso dello studente-killer di Toronto, che lo scorso aprile con un furgone bianco preso a noleggio ha fatto strage di passanti su un marciapiede. "Era arrabbiato con Dio perché le donne lo rigettavano", dice Peterson. "La cura per questo è la monogamia forzata. Questo è in realtà il motivo per cui emerge la monogamia nelle società. Nelle situazioni in cui c'è troppa possibilità di scelta del compagno una piccola percentuale dei ragazzi ha un accesso privilegiato alle donne e questo crea squilibrio. Non si creano relazioni stabili e le donne odiano questo atteggiamento". 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
maschio crisicrisi maschijordan peterson filosofo youtuber
in evidenza
Confindustria, presentazione del 3° Rapporto sulle Reti d’Impresa

Scatti d'Affari

Confindustria, presentazione del 3° Rapporto sulle Reti d’Impresa

i più visti
in vetrina
Sanremo 2022, svelata la scenografia: tra passato e futuro. FOTO

Sanremo 2022, svelata la scenografia: tra passato e futuro. FOTO


casa, immobiliare
motori
Fiat Panda, regina incontrastata delle auto usate vendute online

Fiat Panda, regina incontrastata delle auto usate vendute online


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.