A- A+
Costume
Il Tarì compie 20 anni: a Marcianise il polo orafo più grande d'Europa
Il Tarì compie 20 anni nel segno della qualità orafa

 

“Più ne siamo più belli sembriamo”. Insomma, l’unione fa la forza. A questo proverbio popolare campano si rifà la filosofia del Tarì, Centro Orafo di Marcianise (Caserta), fiore all’occhiello dell’oreficeria e della gioielleria in Italia e in Europa. Lo ha spiegato ad Affaritaliani.it Vincenzo Giannotti, presidente dal settembre 2015, a Milano per festeggiare i vent’anni del Centro.

Con oltre 400 aziende orafe operanti al suo interno (30% di produzione, 30% di servizi, 40% di distribuzione), oggi il Tarì ha conquistato un ruolo di eccellenza nel panorama nazionale e internazionale, tanto da dar vita a un modello organizzativo più volte replicato sullo stesso territorio campano e all’estero. Con 3.500 presenze quotidiane (7.000 durante le fiere di settore), per un totale di 400.000 operatori all'anno, il Tarì accoglie una solida filiera, dai più piccoli artigiani alle più complesse unità imprenditoriali.

L’idea è stata quella di "recuperare la filosofia dei vecchi distretti produttivi, adattandola e attualizzandola alle nuove esigenze dell’economia, ai ritmi sempre più frenetici dettati dalla crisi e ai nuovi scenari della globalizzazione”, ha spiegato Giannotti. Il fatturato consolidato annuo del Tarì si attesta su 850 milioni di euro e il 30% del prodotto delle aziende è destinato all’export.

I Paesi su cui puntare? Russia, Cina e Usa. “Il mercato russo si sta riaprendo ora dopo un periodo di chiusura, mentre quello cinese è tutto da conquistare: un mercato interessante, fatto di numerosi top spender, sempre più attrattati dall’artigianalità italiana. Stiamo firmando un accordo con il governo cinese per facilitare l’inserimento sul territorio, in particolare nella provincia di Guangzhou, ostacolato dalla presenza di lobby e di leggi. Per esempio, la Cina non consente di importare corallo”. Negli Stati Uniti, invece, il Tarì sta “puntando sull’accordo con grandi catene di distribuzione, sfruttando il canale della vendita televisiva, che in questo paese è molto forte”.

Dal 1991 Tads - Tarì Design School - è la scuola di formazione del Centro Orafo Tarì. Un laboratorio creativo in cui l’esperienza dei docenti e la creatività degli studenti, danno vita a progetti innovativi e rispettosi della grande tradizione italiana. Negli ultimi anni la Scuola ha dato vita ad ambiziosi programmi d’internazionalizzazione, come la partecipazione ad Expo 2015 e alle Fiere di Tokio, Hong Kong e Dubai, aumentando sensibilmente il numero di studenti internazionali provenienti da diverse aree geografiche del mondo tra cui piu di 25 studenti provenienti dal Sud Africa.

I corsi e i docenti
Tutti i corsi promossi dal Tads, da quelli in Arte Orafa, Gemmologia, Orologiaio fino a quelli in Fashion Design e Design del Gioiello, non sono solo pura teoria, ma pratica e visione diretta dei progetti. Ogni corso promosso da Tads affianca, infatti, alla teoria molte ore di laboratorio, dando l’opportunità ai propri studenti di veder realizzate le proprie creazioni.
Uno dei corsi più rinomati del Tads è quello in orologeria: un’arte che richiede estrema attenzione e cura, alta preparazione meccanica, talento manifatturiero. Grazie alla partnership tra Tads e ETA s.a. Manufacture Horologère Suisse, gli studenti più meritevoli avranno l’opportunità di accedere al programma di studi specialistico presso il Training Center di Grenchen, Svizzera.

Placement
Ulteriore punto di forza di Tads è il costante interscambio con le aziende del settore lusso e fashion, attraverso il quale la scuola aggiorna la didattica dei corsi, organizza stage e facilita l'ingresso dei diplomati nel mondo del lavoro, l’80% dei diplomati si colloca all’interno di importanti aziende di settore.

Tads è una grande opportunità per tutti i giovani che vogliono sviluppare le loro capacità artistiche e che vogliono applicarle concretamente nel mondo del lavoro.

Molti i plus del Centro Orafo di Marcianise, che si estende su 135.000 mq. globali, per un totale di oltre 40.000 mq. dedicati permanentemente alle attività di produzione e distribuzione dei soci, cui si aggiungono i 9.500 mq. dei padiglioni fieristici: sicurezza della location, solidità organizzativa, accoglienza, servizi e competenze specialistiche nell’ambito del design e della formazione, solo per citarne alcuni. La realizzazione dei due nuovi padiglioni espositivi (ciascuno di 4.700 mq.) ha dato modo di sviluppare le proprie attività attraverso l’organizzazione di eventi di settore di grande qualità e di alto profilo.

Un’idea, tra le tante messe in campo per festeggiare il ventennale, è quella di "collaborare in modo sempre più stretto con la Reggia di Caserta: ne potrebbe nascere un FuoriTarì, sul modello del FuoriSalone milanese”, ha concluso Giannotti.

Ricco il calendario 2016 delle manifestazioni fieristiche per il settore organizzate all'interno del Tarì, con oltre 22.000 presenze consolidate per ogni edizione, con la partecipazione delle 400 aziende interne e di 80 espositori esterni.


- Due edizioni di Mondo Prezioso, salone del gioiello contemporaneo (29 aprile-2 maggio e 7-10 ottobre 2016)
- Una edizione di Bijoux, fiera dedicata al gioiello fashion
- Due eventi speciali dedicati alle vendite sul “pronto”: 12-13 giugno, dedicato alle collezioni estive e 27-28 novembre 2016, per il Natale.
Le fiere di gioielleria Mondo Prezioso sono certificate secondo le indicazioni e sotto l’egida del Ministero per lo Sviluppo Economico e inserite nel calendario internazionale degli eventi di maggiore rilievo.

il tarì2TARÌ DESIGNSCHOOL dal 1991
 
Tags:
il tarì marcianiseil tarì aziende orafeil tarì caserta
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Intesa Sanpaolo, apre il nuovo Museo delle Gallerie d’Italia a Napoli

Scatti d'Affari
Intesa Sanpaolo, apre il nuovo Museo delle Gallerie d’Italia a Napoli


casa, immobiliare
motori
Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina

Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.