A- A+
Costume
Neve artificiale? No, "riciclata". Con lo snowfarming la sciata è green

Sciare green è la nuova tendenza dell’inverno 2016-2017. In pratica, niente neve artificiale: solo neve riciclata dall'anno prima. Si chiama “snowfarming” ed è un metodo molto innovativo di immagazzinare la neve avanzata a fine stagione per riutilizzarla al principio di quella successiva. La neve viene accumulata e coperta con un telo stagno e trucioli di legno per isolarla. Una soluzione semplice ed efficace per conservarne le caratteristiche. L’anno successivo verrà adeguatamente lavorata, per eliminare eventuali blocchi di ghiaccio, e posata dai mezzi battipista sull’asfalto, preventivamente bagnato, per innovare le piste.

In questo modo i fondisti hanno a disposizione almeno un anello, anche in assenza di nevicate, sin dai primi di novembre. Stessa cosa per le piste. Nel nord Europa lo snowfarming si usa già da qualche anno, dalla Svezia alla Finlandia, ma anche in Svizzera a Davos. In Italia l'iniziativa è promossa a Livigno e in val Martello, in provincia di Bolzano.

Riciclare la neve sembra essere anche una soluzione per il mercato dello sci, che richiede un inizio di stagione sempre più anticipato, rispetto ad un clima che invece rende sempre più difficile l’apertura impianti. Il costo per la creazione del nevaio artificiale e il successivo ripristino sembra non superare quello della produzione di neve artificiale con i cannoni sparaneve.

E poi c'è l’esperienza di Seefeld in Tirol, a pochi minuti da Innsbruck e dal confine con la Baviera. Poco snob ma molto blasonata, attira molta clientela dall’Italia. Fa parte della ristretta cerchia dell'associazione "Best of the Alps” epossiede un Casinò, numerosi hotel a 4 e 5 stelle tra i più belli del Tirolo. Non solo: è la regina incontrastata dello sci di fondo nell'Europa centrale e l'anticipatrice dello snowfarming. Dall'inverno scorso si sta sperimentando questo metodo ecologico, che non impiega alcun agente chimico né alcuna procedura inquinante per l’ambiente.

L'Olympiaregion Seefeld offre anche 37 chilometri di piste soleggiate per lo sci alpino e 30 impianti di risalita all'avanguardia con sedili riscaldati che portano alla Rosshütte (1,760 m) e da lì al Seefelder Joch (2,064 m). Fiore all'occhiello però restano gli oltre 270 km di anelli da fondo perfetti per principianti ed esperti. Inoltre i 142 km di sentieri battuti per tranquille passeggiate e diversi trail, ottimi per gli amanti delle ciaspolate, rendono questa piccola località un buen ritiro per gli amanti della neve lontano dalle mete tipiche e affollate.

La regione olimpica - che, oltre al capoluogo Seefeld, comprende i paesi di Leutasch, Mösern-Buchen, Reith e Scharnitz - deve il suo nome al glorioso passato sportivo giacché teatro dei Giochi olimpici invernali nel 1964 con replica nel 1976 e ancora dei Giochi olimpici giovanili nel 2012. Condizioni ideali e la spiccata competenza nelle discipline nordiche fanno sì che Seefeld risulti luogo d'elezione per competizioni a livello internazionale come per esempio il Nordic Combined Triple. Seefeld proseguirà dal 19 febbraio al 3 marzo 2019 la tradizione del trampolino olimpico ospitando per la seconda volta i Campionati mondiali di sci nordico 2019.

La stagione invernale è appena iniziata. Imperdibile, dal 25 novembre all'8 gennaio è il Mercatino di Natale allestito in pieno centro, completamente pedonale, con le sue baite decorate con cura secondo lo stile tirolese. La proposta ricettiva e gastronomica è la più ricca di tutto l'arco alpino. Spazia dagli hotel a 5 stelle come lo storico e centralissimo Klosterbräu Hotel & Spa *****, ex monastero agostiniano e albergo ante litteram che quest'anno compie ben 500 anni, alle accoglienti pensioni familiari. Degne di nota sono le strutture a 3 stelle dalle tariffe davvero accattivanti come per esempio l'Hotel Haymon, da 3 generazioni a gestione famigliare.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
snowfarming che cos'èsciare greensciare ecologiconeve conservataneve riciclata
in evidenza
Confindustria, presentazione del 3° Rapporto sulle Reti d’Impresa

Scatti d'Affari

Confindustria, presentazione del 3° Rapporto sulle Reti d’Impresa

i più visti
in vetrina
Sanremo 2022, svelata la scenografia: tra passato e futuro. FOTO

Sanremo 2022, svelata la scenografia: tra passato e futuro. FOTO


casa, immobiliare
motori
Porsche Taycan nuova safety car della Formula E

Porsche Taycan nuova safety car della Formula E


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.