A- A+
Cronache
Agricoltura, artigianato e turismo nel Grand Tour delle eccellenze napoletane

Agricoltura, artigianato e turismo insieme per costruire percorsi di valorizzazione delle eccellenze partenopee a km zero. È l’obiettivo del progetto “Il Grand Tour delle eccellenze produttive della provincia di Napoli”, che vede come capofila Coldiretti Napoli, in collaborazione con Casartigiani Napoli e Campania Incoming - Tour Operator e con il contributo della Camera di Commercio di Napoli.

Il Grand Tour si pone l’obiettivo di valorizzare le risorse turistiche e culturali, insieme alle eccellenze produttive artigiane -sistema moda, preziosi, artigianato artistico ed altri settori artigiani- e alle eccellenze produttive agroalimentari della provincia di Napoli, che diventano parte attiva del sistema turistico territoriale.

Da domani al 26 marzo  ogni mercoledì, venerdì e sabato dalle 9 alle 14, nel pieno rispetto delle regole anti covid -presso il mercato San Paolo di Napoli Fuorigrotta, promosso da Coldiretti Napoli e Campagna Amica, si terranno iniziative di promozione dei “percorsi turistici e culturali tra agricoltura ed artigianato” con laboratori, degustazioni guidate, info point turistico, convegni, business to business, prenotazioni di escursioni sul territorio partenopeo con visita ad aziende e attrattori culturali da effettuare appena le restrizioni lo renderanno possibile, ma anche webinar gratuiti e tanto altro per tutti i visitatori. È prevista, inoltre, per domenica 7 marzo un’apertura straordinaria, dalle 9 alle 14, dedicata all’anticipo di primavera e alla festa della donna.

“Il progetto -spiega Andrea D’Ambra, presidente di Coldiretti Napoli- nasce dall’esigenza di dare un segnale forte al mondo agricolo in un momento difficile, anche nell’ottica di fare rete, e di mettere in relazione diretta tre settori: agricoltura, artigianato e turismo, in un mix che è garanzia di successo per la cultura partenopea”. Un esempio classico di questo legame vincente è il prodotto simbolo di Napoli nel mondo: la pizza. Quando l’Arte dei pizzaiuoli napoletani è stata dichiarata dall’Unesco “Patrimonio immateriale dell’Umanità”, a tirare la volata alla candidatura erano esattamente questi tre settori produttivi: artigianato, agricoltura e turismo. Gli ingredienti della piazza classica napoletana sono il frutto della sapienza produttiva degli agricoltori e degli allevatori. La loro esaltazione sta nelle abili mani degli artigiani che hanno dato forma e sapore alla loro combinazione. Il viaggio nei sapori è ripercorrere le strade e i paesaggi della provincia di Napoli, tra terra e mare, in un’esperienza turistica ed escursionistica unica e inimitabile. “Riconosciamo a Coldiretti una grande visione volta ad aiutare concretamente le imprese in un momento di grave difficoltà, valorizzando la  qualità e l’unicità delle tipicità campane”, afferma Maurizio Frantellizzi, numero due di Casartigiani Napoli. “Artigianato ed agricoltura sono un binomio perfetto e la Camera di commercio di Napoli dimostra lungimiranza nel credere e sostenere iniziative come queste”.

L’obiettivo, pertanto, è promuovere percorsi turistici guidati, prenotando attraverso il tour operator, che consentano di scoprire le strade dei luoghi di produzione, attraverso proposte originali che offrano nuove possibilità di scoprire Napoli e la sua provincia, da fruire appena le condizioni di sicurezza anti covid lo consentiranno.

Il Gran Tour è distinto in cinque percorsi tematici: il percorso dei Tessuti e dei Colori, che vede insieme l’arte sartoriale e i limoni della provincia di Napoli; il percorso delle Terre Vulcaniche, che vede insieme il pomodorino del piennolo, i vini vesuviani con la lavorazione artistica delle pietre vulcaniche, delle ceramiche e delle porcellane; il percorso del Mare e delle Isole, che vede insieme il pescato del golfo, valorizzato con i profumi della terra, con la lavorazione di coralli e cammei; il percorso dei Decumani di Napoli, che vede insieme l’olio extra vergine d’oliva nello street food napoletano con l’arte presepiale; il percorso delle cucine archeologiche, che vede insieme i vini del Campi Flegrei con l’artigianato del legno e del restauro, con una degustazione in costume storico di piatti degli antichi romani.

 

 

Commenti
    Tags:
    coldiretticasartigianiturismoagricoltura
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Salvini pranza con Francesca "Prendo carne cruda". VIDEO

    Dolce vita romana

    Salvini pranza con Francesca
    "Prendo carne cruda". VIDEO

    i più visti
    in vetrina
    Meteo marzo choc: tornano neve in pianura e gelo dalla Russia. C'è il CRUDO…

    Meteo marzo choc: tornano neve in pianura e gelo dalla Russia. C'è il CRUDO…


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuovo Jeep Gladiator: il ritorno nel segmento dei pick-up

    Nuovo Jeep Gladiator: il ritorno nel segmento dei pick-up


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.