A- A+
Cronache

 

Annamaria Franzoni, condannata a 16 anni di reclusione per l'omicidio del figlio Samuele Lorenzi, è stata vista nel paese di Santa Cristina di Ripoli: per due giorni sarebbe andata a casa. La circostanza è stata confermata da fonte attendibile.

La Franzoni - secondo quanto riporta l'Ansa - risulta aver avuto un permesso di cinque giorni. La donna, in carcere per l'omicidio del figlioletto a Cogne nel 2002, nei giorni scorsi è stata vista fare la spesa e camminare nel paesino sull'Appennino bolognese dove vive la famiglia e far la spesa con il marito e uno dei due figli. Dal 7 ottobre era stata ammessa al lavoro esterno in una coop della parrocchia di S. Antonio di Padova, dove oggi si trova regolarmente.

Alla Franzoni il magistrato di Sorveglianza ha concesso un permesso premio. Si tratta di quei permessi regolati dall'articolo 30 ter dell'ordinamento penitenziario, che consente ai detenuti di coltivare interessi affettivi, culturali e di lavoro. La decisione è stata presa sulla base della relazione del Gruppo di osservazione e trattamento (Got) che fa una sorta di 'diagnosi' sul detenuto. A quanto si apprende, il caso specifico della Franzoni non è diverso da quello di altri detenuti.

Tags:
annamaria franzonisamuelecasaprigione
in evidenza
La rete non dimentica: le promesse (non mantenute) di Giggino in campagna elettorale

Il video che inchioda Di Maio

La rete non dimentica: le promesse (non mantenute) di Giggino in campagna elettorale


in vetrina
KoRo rafforza la propria presenza nel mercato europeo

KoRo rafforza la propria presenza nel mercato europeo





casa, immobiliare
motori
Paolo Poma CFO Lamborghini: “essere best in class entro il 2025"

Paolo Poma CFO Lamborghini: “essere best in class entro il 2025"


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.