A- A+
Cronache
Minori, Don Aldo Buonaiuto: "Telecamere in oratori e asili"
La chiesa di Bergamo comprata dalla comunità islamica

Don Aldo Buonaiuto affronta due temi scottanti come la pedofilia e gli abusi nei luoghi frequentati dai minori. "Se serve dico sì alla videosorveglianza. Le telecamere - spiega il parroco della Comunità Papa Giovanni XXIII - in oratori e asili andrebbero introdotte, perchè la sicurezza dei bambini è sacra". In provincia di Venezia il progetto "Parrocchie sicure" è già realtà, la proposta lanciata dall'amministratore comunale ha dato il via libera all'installazione di decine di telecmere, in oratori, canoniche, chiese e spazi riservati a gruppi giovanili e associazioni parrocchiali. La causa scatenante però non è legata a presunti episodi di pedofilia, ma a intervenire in seguito ad atti vandalici e danni alle strutture. La Chiesa sul tema è comunque particolarmente sensibile, soprattutto Papa Francesco che ha da poco organizzato un convegno con tutti gli arcivescovi per affrontare questo tema sempre più scottante.

Commenti
    Tags:
    pedofiliadon aldo buonaiutotelecamereoratori
    Loading...
    i più visti
    

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Renault svela la R5 Prototype

    Renault svela la R5 Prototype


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.