A- A+
Cronache
Cospito: "La Sx mi sta trasformando in una macchietta". La relazione riservata
Alfredo Cospito

Cospito, la relazione riservata nelle mani di Nordio e del ministero della Giustizia

"Gli uomini della sinistra stanno strumentalizzando la mia protesta, trasformandola in una macchietta". Queste le parole di Alfredo Cospito tratte dalla relazione del capo del Gruppo operativo mobile (Gom) che accompagnava il plico spedito al ministero della Giustizia e poi finito nella disponibilità del deputato di Fratelli d'Italia Giovanni Donzelli. A scrivere il rapporto il 30 gennaio scorso è il generale Mauro D'Amico.

"Nel corso della permanenza presso la casa circondariale di Sassari, Cospito ha tenuto una condotta aderente alle norme penitenziarie, non si registrano infrazioni disciplinari a suo carico", scrive il generale. "È inserito nel gruppo di socialità denominato 3A, insieme ai detenuti Pino Cammarata (mafia), Pietro Rampulla (mafia), Vincenzo Tolomelli (camorra). Dal 20 ottobre ha intrapreso uno sciopero della fame e della terapia che il detenuto ha definito 'un digiuno ad oltranza per l'abolizione delle limitazioni previste sia dall'articolo 41 bis sia dall'ergastolo ostativo'".

Inoltre, il generale rivela che diversi detenuti al 41 bis dell'area campana, annota il generale, hanno manifestato la volontà di sostenere Cospito nella sua battaglia, "comprendendo astutamente che questa potrebbe rappresentare un'occasione per minare il regime differenziato".

"Con il giusto megafono mediatico, la sua vicenda ha generato una mobilitazione che appare in continua crescita", si legge ancora nella relazione pervenuta al ministero della Giustizia. "Lo stesso detenuto se ne è reso conto, durante una visita medica ha affermato che la sua protesta sta venendo strumentalizzata ed è stata trasformata in una 'macchietta' dagli 'uomini della sinistra' che non conoscono la realtà del carcere che starebbero strumentalizzando la sua figura".

Ma non è tutto. Il generale D'Amico ha inserito anche un altro passaggio delle dichiarazioni di Cospito, ascoltate e registrate prima che le condizioni di salute dell'anarchico peggiorassero e spingessero il Dap a trasferirlo nel carcere milanese di Opera. 

"Nel colloquio tenutosi il 16 gennaio 2023, il detenuto ha definito il suo sciopero della fame 'il più falso della storia' e ha precisato di assumere una grande quantità di integratori e di stare fisicamente molto meglio, tanto da aver notato un grande miglioramento dell'asma cronica che lo affigge". 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
cospito
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Affaritaliani.it cambia la proprietà: entrano Antelmi, Massa e Brave Capital

Perrino resta direttore

Affaritaliani.it cambia la proprietà: entrano Antelmi, Massa e Brave Capital


in vetrina
Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024

Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024





motori
Mercedes-Maybach e LaChapelle insieme alla Milano Design Week

Mercedes-Maybach e LaChapelle insieme alla Milano Design Week

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.