A- A+
Cronache

A Torino, in cinque confezioni di frutti di bosco surgelati è stato identificato il virus dell'epatite A. La causa del contagio è stata fatta risalire al lavaggio effettuato con acqua non potabile da parte delle aziende produttrici. In Piemonte i casi di epatite A sono aumentati in maniera preoccupante, così come i dati nazionali: più 70% nell'ultimo anno.

I casi sono stati segnalati al ministero della Salute. Le nuove analisi svolte dai consulenti della procura hanno rilevato che il virus in questione era presente in alcune confezioni distribuite da ditte di Lombardia ed Emilia Romagna e prodotte originariamente all'estero.  I lotti interessati dovrebbero gia' essere stati ritirati dal mercato.

E' stata inoltre chiesta una rogatoria a Polonia, Ucraina e Canada, da dove provengono i frutti, e disposti nuovi campionamenti in Italia. La magistratura torinese aveva aperto un'inchiesta il mese scorso dopo le segnalazioni di un aumento esponenziale delle infezioni in tutta Italia. Il reato ipotizzato, al momento ancora a carico di ignoti, è commercializzazione di sostanze alimentari pericolose per la salute pubblica. Il Ministero della Salute ha recentemente rinnovato l'invito a consumare i frutti di bosco surgelati solo dopo bollitura di almeno due minuti.

 

Tags:
epatite afrutti di bosco
in evidenza
Automotive, da ALD la svolta Arrivano nuove soluzioni green

Tra mobilità e sostenibilità

Automotive, da ALD la svolta
Arrivano nuove soluzioni green


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica





motori
Nuova smart #1 il domani è già arrivato

Nuova smart #1 il domani è già arrivato

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.