A- A+
Cronache
Dopo la bufera sul video, le scuse. Il manager Lo Presti: "Una goliardata"

Il manager Beniamino Lo Presti sfreccia a 150km/h in Porsche sulla sua Milano-Serravalle. Bufera per il video, lui si scusa

Il presidente della Milano-Serravalle Beniamino Lo Presti ha pubblicato un video sui social network in cui sfreccia con la sua Porsche a 150 km/h. I filmati risalgono al 2 settembre scorso e hanno la didascalia “Un leggero momento di entusiasmo in auto”.

GUARDA IL VIDEO DELLA CORSA FOLLE IN PORSCHE

 

 

 

Lo Presti viaggiava sulla statale 36 "del Lago di Como e dello Spluga", dove il limite varia dai 90 ai 110 chilometri l’ora. Ed è anche un pilota di rally. Ha rimosso i video sui sociale e si giustifica con il Corriere della Sera: "Li ho tolti per evitare che fossero un esempio negativo". Per poi precisare: "Ho superato il limite di velocità solo per qualche secondo. Lo dico non per giustificarmi ma per raccontare il contesto di ciò che si vede nel video. Per il resto, è evidente che si è trattato di un comportamento sconveniente e censurabile. È stata una leggerezza, un atto goliardico che non ripeterò mai più". Nei video scherza e ride, insieme al nipote, che gira il filmato. "Mio nipote mi ha chiesto di fargli sentire il 'sound' della vettura e l’ho fatto. Ma lui non c’entra, la responsabilità è solo mia. È stato un atteggiamento fanciullesco, che credo appartenga a ciascuno di noi. Ma non per questo meno censurabile", sottolinea Lo Presti. Che poi ribadisce: "Non guido così abitualmente. Conosco molto bene le regole della sicurezza». Infine: «Le scuse sono insite in queste mie parole. Per il resto, di solito ci si scusa per un comportamento che ha procurato un danno a qualcuno. E questo non è il caso".

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Matteo Berrettini is back, che balzo in classifica Atp: oltre 30 posizioni

Così è rinato il tennista azzurro

Matteo Berrettini is back, che balzo in classifica Atp: oltre 30 posizioni


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico





motori
Mercedes EQE SUV: innovazione e versatilità nel segmento elettrico

Mercedes EQE SUV: innovazione e versatilità nel segmento elettrico

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.