A- A+
Cronache
Mafia, estorsioni e scambio di voti: 30 persone sotto inchiesta, 21 arresti

Il clan esercitava un controllo serrato sulle attività commerciali della zona,  costrette a pagare il pizzo

Trenta indagati e ventuno persone arrestate in provincia di Catania, a Randazzo. Stamattina, all'alba, è scattata l'operazione "Terra bruciata": oltre duecento carabinieri del Comando provinciale di Catania hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal giudice per le indagini preliminari (gip), nelle province di Catania, Cagliari e Rimini.

Sono accusati di associazione mafiosa, estorsione, associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, detenzione illegale di armi e munizioni e concorso in violazione di domicilio aggravata da violenza sulle cose a mezzo di incendio, reati aggravati dal metodo mafioso.

Dall’attività investigativa sono emerse anche ipotesi di scambio elettorale politico-mafioso con riferimento alle elezioni comunali di Randazzo del 2018.

Inoltre, l’indagine ha consentito di documentare come gli indagati abbiano esercitato, negli anni, un controllo capillare del territorio ai danni di attività economiche della zona, i cui titolari venivano intimiditi con minacce e danneggiamenti per sottostare al pagamento del pizzo.

Nel corso delle indagini è stato trovato, sotterrato in una località di campagna, un deposito di pistole, fucili e numerose munizioni.  

L’operazione, che è stata coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia etnea, ha consentito di disgregare il gruppo dei Sangani, banda mafiosa che opera a Randazzo e che fa  parte del clan Laudani

Iscriviti alla newsletter
Tags:
cataniadrogamafiapizzo
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Al via le riprese del primo docufilm sulla vita privata di Alberto Sordi

Guarda le immagini

Al via le riprese del primo docufilm sulla vita privata di Alberto Sordi


in vetrina
Milano/ Nuovo flagship store per Swarovski: oltre 500 metri quadri in Duomo

Milano/ Nuovo flagship store per Swarovski: oltre 500 metri quadri in Duomo





motori
Citroën inaugura a Parigi “Le Chëvron” per presentate la nuova e-C3

Citroën inaugura a Parigi “Le Chëvron” per presentate la nuova e-C3

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.