A- A+
Cronache
Mafia, processo Borsellino: Scarantino chiede scusa per il depistaggio

Giuseppe La Mattina gli ha risposto alzano il pollice in segno di approvazione

"Chiedo scusa a Giuseppe La Mattina". A 27 anni dalla strage di Via D'Amelio arrivano le scuse dell'ex pentito Vincenzo Scarantino a Giuseppe La Mattina, uno degli imputati che furono ingiustamente accusati e condannati all'ergastolo per la strage in cui morirono il giudice Paolo Borsellino e cinque agenti della scorta. Scarantino ha voluto chiedere scusa a La Mattina, che è presente in aula, prima dell'inizio del controesame al processo sul depistaggio che si celebra a Caltanissetta. Giuseppe La Mattina era stato condannato ingiustamente per la strage insieme con Cosimo Vernengo, Gaetano Murana, Gaetano Scotto e Natale Gambino.

Un anno fa i loro legali, gli avvocati penalisti Rosalba Di Gregorio, Giuseppe Scozzola e Giuseppe D'Aquì, avevano chiesto un risarcimento di un milione di euro per ciascuno dei loro assistiti. Giuseppe La Mattina, appena ascoltato le scuse di Scarantino, ha guardato verso l'ex collaboratore e ha alzato il pollice nella sua direzione. In segno di approvazione. In aula, oltre a La Mattina, c'è anche Gaetano Murana. Alla sbarra ci sono tre poliziotti accusati di concorso in calunnia aggravata dall'avere agevolato Cosa nostra: Mario Bo, Fabrizio Mattei e Michele Ribaudo. 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    mafiaborsellinoscarantino
    in evidenza
    Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

    Corporate - Il giornale delle imprese

    Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

    i più visti
    in vetrina
    Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

    Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali





    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes-Benz EQB: l’elettrica con la Stella è anche sette posti

    Mercedes-Benz EQB: l’elettrica con la Stella è anche sette posti


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.