A- A+
Cronache
Marocchino 42enne arrestato a Trento: molestie sul 13enne al parco

Trento, abusi sessuali su un tredicenne al parco: in carcere un marocchino

Con la scusa di chiedere una informazione per raggiungere il parco, R. C., marocchino di 42 anni, ha avvicinato Matteo (il nome è di fantasia per tutelare l’identità del minorenne) invitandolo a sedersi con lui su una panchina. Il ragazzino, 13 anni e residente a pochi passi dall’area verde, lo ha seguito per non mostrarsi scortese e, una volta lì, ha subito un abuso sessuale. In pieno giorno, alle 11.30 del mattino, in un parco di una provincia, quella di Trento, ancora scossa per l’omicidio di una donna in un parco pubblico di Rovereto. I fatti il 31 agosto scorso su una panchina del giardino Melta di Gardarolo.

Qui, come riferito agli agenti della Questura di Trento, il 42enne ha iniziato a parlare “a ruota libera”, come scrive il gip, per poi accarezzare la schiena del ragazzino seduto accanto a lui fino a raggiungere le parti intime, insistendo nonostante l’accensione del video del cellulare da parte della vittima, raggiunta da altri due uomini con i quali il marocchino ha iniziato a parlare in arabo. Alle pressanti richieste del 42enne di avere il numero di telefono e di seguirlo in casa per consumare un rapporto sessuale, la vittima è riuscita a chiedere aiuto a due ragazzi che si stavano allenando, ancora seguito dal marocchino.

Contattata telefonicamente la sorella, dalla quale è poi stato chiamato il 112, è stato possibile evitare il peggio e fornire ai poliziotti tutti i dettagli utili per identificare e rintracciare il responsabile, già noto per rissa, resistenza a pubblico ufficiale, stupefacenti ed evasione. In carcere, deve rispondere di atti sessuali con minore.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
abusimarocchinotrento
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Affari va in rete

MediaTech

Affari va in rete


in vetrina
Il Roma Pride compie 30 anni: Annalisa madrina e Elly Schlein al corteo. FOTO e VIDEO

Il Roma Pride compie 30 anni: Annalisa madrina e Elly Schlein al corteo. FOTO e VIDEO





motori
Luca De Meo CEO Renault Group, la visione dietro l'Alpine A290

Luca De Meo CEO Renault Group, la visione dietro l'Alpine A290

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.