A- A+
Cronache

 

meteo lunedì 29

Oggi, martedì 23, il rovente anticiclone Nord africano si affaccerà sulla Sardegna e sulla Sicilia per poi propagarsi a tutta l’Italia tra domani, mercoledì 24, e dopodomani, giovedì 25.

Ma, secondo il centro www.meteogiuliacci.it la calura più intensa si avvertirà tra il 27 e il 31luglio quando verranno superati i 33 gradi sul 40-50% dell’Italia. Anzi su molte regioni - come il Tentino, il Veneto (tranne le coste), l’Emilia, la Romagna, l’Est della Lombardia, tutte le regioni centrali tranne le coste, La Puglia, le zone interne della Campania, e la Sardegna – il termometro farà registrare valori diffusi di 37-38 gradi, con qualche punta locale di 39-40 gradi.

Se poi si tiene conto del surplus di calore avvertito dall’organismo per effetto dell’umidità dell’aria, saranno molte le località ove la “temperatura percepita” supererà i 40 gradi. Le regioni di nordovest invece saranno quelle più risparmiate dall’anticiclone africano perché qui le temperature massime probabilmente non si spingeranno oltre i 35 gradi. La fine dell’ondata di caldo è prevista intorno al 2 di agosto.


 

Caldo killer in Gran Bretagna, temperature così non si vedevano da anni. Nei primi nove giorni di gran caldo in Gran Bretagna si contano tra 540 e 760 vittime per complicazioni causate dalle alte temperature oltre i 30 gradi. Lo rivela uno studio della London School of Hygiene and Tropical Medicine commissionato dal Times. In particolare sono a rischio chi soffre di patologie respiratorie o cardiache. L'allerta è alta anche per bambini e anziani, o per chi soffre di Alzheimer, malattia che riduce la capacità di cambiare e adattare comportamenti e abitudini. L'allerta per il caldo è a "livello tre" nella gran parte del Paese e si prevede che la temperature rimarranno alte anche nei prossimi giorni.

Le ondate di caldo superano in pericolosita' le piu' gelide notti invernali: a New York, sulla base di proiezioni del cambiamento climatico dei prossimi 50 anni, l'aumento dei decessi legati all'estremo calore estivo supereranno quelli dovuti al freddo. Uno studio realizzato da un gruppo di ricercatori dell'Universtia' Columbia e pubblicato su Nature Climate Change mette in luce l'importanza della gestione dei servizi sanitari in risposta ai cambiamenti climatici. L'aumento delle temperature non rappresenta semplicemente un fenomeno climatico i cui effetti riguardano solo la distribuzione di piante o animali ma ha anche conseguenze sulla salute umana. Nel 2003, l'ondata di gran caldo che colpi' l'Europa provoco' un netto aumento del tasso di mortalita': nei primi 10 giorni di agosto, in cui si raggiunsero i picchi massimi, nella sola Francia si registrarono almeno 10.000 decessi in piu' rispetto alla media del periodo. In compenso pero', l'aumento delle temperature nelle aree urbane puo' portare alla riduzione della mortalita' legata al freddo.


I VIP? SONO GIà TUTTI  AL MARE

grillo ape

Italiani in bolletta e vip in vacanza. L'estate 2013 entra nella sua fase bollente con i personaggi noti della politica e dello spettacolo paparazzati sulle spiagge di tutta Italia. Nel frattempo gli abitanti della Penisola possono solo ammirare sulle copertine dei giornali scandalistici cosa fanno i loro rappresentati e i loro miti della tv, magari costretti a restare a casa per tirare la cinghia. Eppure la crisi non sembra preoccupare personaggi del calibro di Beppe Grillo, Luca Zaia e Romano Prodi, tutti beccati già in costume con le famiglie al seguito, pronti a farsi paparazzare in versione estiva mentre fanno il bagno o prendono il sole. La stagione più "cafonal" per i vip è già iniziata e le coste italiane si popolano dei volti noti o aspiranti tali, ma soprattutto delle showgirls e dei loro bikini mozzafiato: prima fra tutte miss Briatore, anche conosciuta come Elisabetta Gregoraci, avvistata  a Porto Rotondo con il marito sullo yacht "Force Blue". Ma come sopravvivere alla bella stagione senza cadere nelle trappole "cafone" seguendo l'esempio dei vip? Ecco poche semplici regole...

renzi mare (2)Foto tratta da Diva e DonnaGuarda la gallery
20130301 28482 scansione0065



IL DECALOGO ANTI-CAFONAL

- Cambiarsi il costume lontano da occhi indiscreti - Non seguite gli esempi "scostumati" di Caterina Balivo o Neffa: se avete finito da un pezzo le elementari è vietatissimo il cambio del costume en plain air, meglio usare la più discreta cabina. Anche quando vi tuffate, evitate di fare come il principe Pierre Casiraghi e fate in modo che movimenti troppo atletici non vi separino dalla stoffa che dovrebbe coprirvi. Se proprio desiderate il nudo integrale prendete una barca, e andate molto a largo.

- Non lamentarsi della crisi - Se siete in vacanza, anche se solo per pochi giorni, dovete ritenervi fortunati. Resistete quindi all'impulso di parlare delle disgrazie finanziarie nazionali e mondiali con la stessa frequenza con cui gli inglesi discorrono del tempo metereologico: c'è chi sta peggio di voi.

- "Incremarsi" in privato -  Onde evitare scene poco eleganti, il bon ton da spiaggia prevede una regola che in pochi conoscono: la crema solare si mette a casa.

- Meno loghi - Che sia Vuitton o Gucci non importa: sfoggiare troppi brand costosi in spiaggia non è chic. Le cose belle non hanno bisogno di farsi notare e quando si tratta di marchi famosi, c'è sempre il rischio che si tratti di un falso. Meglio allora non insinuare il dubbio in chi vi guarda e non ostentare.

- Tenere pulita la zona ombrellone - Sfidate la pigrizia e cercate un cestino: non c'è niente di più elegante che lasciare un luogo esattamente come lo si è trovato e magari anche meglio. Qualora qualche cafonal sia passato prima di voi abbia lasciato dei rifiuti dove non dovrebbero esserci, siate superiori e rimediate: anche se nessuno immortalerà il vostro gesto, l'esempio è la più elevata forma di lezione.

- Niente gioielli - Non siete l'icona allestita per la processione del venerdì, quindi non cercate di sembrarlo. La sabbia e le onde del mare sono acerrime nemiche di ogni braccialetto e collanina: se non per morigeratezza, fatelo per il concreto rischio di perderli e non indossate alcun gioello che non sia il vostro sorriso.

- Non correre - Che lo si faccia in acqua o tra gli ombrelloni, poco cambia: sfrecciare ad alta velocità tra i bagnanti è sicuramente da cafonal oltre che inutile. Il mare lo si può raggiungere anche senza alzare quintali di sabbia sugli sfortunati compagni di spiaggia e la corsa sulle moto ad acqua non diventa più divertente se passate vicino a coloro che stanno facendo il bagno. Meglio lasciare a casa la fretta e rispettare la tranquillità altrui.

- Niente foto ai vip - A meno che non siate un paparazzo o un giornalista, potete conservare lo spazio sulla memory card della vostra macchina fotografica per immortalare amici e parenti. Fotografare le imbarcazioni o le auto di lusso dei vip che vi capitano a tiro, magari mentre decine di persone hanno avuto la vostra stessa brillante idea, non vi farà diventare ricchi e non vi darà nemmeno un grande argomento con cui impressionare le vostre conquiste estive.

- Contenere la passione - L'estate risveglia i bollenti spiriti ma, anche se col vostro partner va tutto a meraviglia, non è necessario che lo sappia tutta la spiaggia. Dopotutto la stanza d'albergo o la casa che avete affittato servono proprio per quello: riparare la vostra passione da occhi indiscreti.

- Occhiali solo in caso di sole - Se non c'è il considerevole rischio che qualche fotoreporter si sia nascosto dietro un cespuglio per immortalare da vicino le vostre occhiaie, non serve che portiate gli occhiali da sole anche di notte. L'etimologia del termine non è casuale e coloro che sfidano la regola potrebbero fare la figura degli aspiranti vip...mancati.

Tags:
caldoanticicloneestatemeteo
in evidenza
Ufficiale: esiste un'anti-Ferragni. Si chiama Aurora Baruto e ha 4 mln di follower

GUARDA LE FOTO

Ufficiale: esiste un'anti-Ferragni. Si chiama Aurora Baruto e ha 4 mln di follower

i più visti
in vetrina
Zity: a Milano il nuovo carsharing 100% elettrico

Zity: a Milano il nuovo carsharing 100% elettrico





casa, immobiliare
motori
BMW M3 Touring: la supersportiva per tutti i giorni

BMW M3 Touring: la supersportiva per tutti i giorni


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.