A- A+
Cronache
Open Arms, i pm: Salvini a processo. Il leader leghista: "Ho difeso il Paese"
Matteo Salvini (fonte Lapresse)

MATTEO SALVINI, CHIESTO IL PROCESSO DALLA PROCURA DI PALERMO

Il Procuratore capo di Palermo Francesco Lo Voi, al termine della discussione, ha chiesto il rinvio a giudizio dell'ex ministro dell'Interno Matteo Salvini, accusato di sequestro di persona e rifiuto di atti di ufficio nell'ambito del procedimento per il caso Open Arms. Salvini è accusato di avere trattenuto "illecitamente" 147 migranti a bordo della ong spagnola nell'agosto del 2019. A differenza della Procura di Catania che per il caso Gregoretti chiede il non luogo a procedere, i magistrati di Palermo chiedono per il leader della Lega il processo. La discussione è stata sostenuta dai tre magistrati presenti in aula, al bunker del carcere Ucciardone di Palermo. La prima a parlare è stata la Procuratrice aggiunta Marzia Sabella, seguita dal pm Geri Ferrara. Ha concluso il Capo della Procura Francesco Lo Voi. "Non vedremmo come in un caso come questo non si possa chiedere il rinvio a giudizio", ha ribadito il magistrato. 

L'ex presidente del Consiglio Giuseppe Conte, nel corso della deposizione resa a Catania nell'udienza preliminare del caso Gregoretti, "si è espresso in maniera chiarissima sul fatto che la responsabilità dell'atto amministrativo di concessione del pos risalisse alla competenza esclusiva del ministro dell'Interno, così come ha fatto il ministro dell'Interno Lamorgese e gli altri testimoni e il ministro Di Maio, aggiungendo che l'azione amministrativa era in capo al ministro dell'Interno". Lo Voi ha poi ribadito che la concessione del pos "compete esclusivamente al ministro dell'Interno". "La mancata concessione del Pos veniva appresa, così dicono i ministri, come Luigi Di Maio solo successivamente all'adozione della decisione stessa". Inoltre, "Il contratto di governo di cui parla Salvini non prevedeva il blocco indiscriminato degli sbarchi", ha specificato Lo Voi.

"La Procura di Palermo ha chiesto rinvio a giudizio e processo contro di me per sequestro di persona, 15 anni di carcere la pena prevista. Preoccupato? Proprio no. Sono orgoglioso di aver lavorato per proteggere il mio Paese, rispettando la legge, svegliando l'Europa e salvando vite", così il leader della Lega Matteo Salvini ha commentato la richista dei pm di Palermo. "Se questo deve provocarmi problemi e sofferenze, me ne faccio carico con gioia. Male non fare, paura non avere'', ha concluso il leader della Lega. 

Commenti
    Tags:
    open armssalvinisalvini rinvio a giudizio
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Miriam Leone, doccia bollente L'attrice si leva i vestiti. Foto

    Tatangelo, Belen... Gallery vip

    Miriam Leone, doccia bollente
    L'attrice si leva i vestiti. Foto

    i più visti
    in vetrina
    Elisabetta Canalis, zip della tuta giù: scollatura da infarto. Maddalena Corvaglia senza reggiseno

    Elisabetta Canalis, zip della tuta giù: scollatura da infarto. Maddalena Corvaglia senza reggiseno





    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Arrivano le nuove Alpine A110 Trackside!

    Arrivano le nuove Alpine A110 Trackside!


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.