A- A+
Cronache

L'idea arriva dal Canada. Curare i casi più gravi di anoressia con un pacemaker nel cervello. Quando nessuna cura è riuscita a risolvere il problema del rifiuto del cibo. L'apparecchio è in grado di stimolare i centri nervosi di ansia e umore. E finora ha funzionato.

LA TECNICA -  Questo tipo di stimolazione è già usata per trattare alcuni casi di disordini neurologici, come il Parkinson e il dolore cronico, ed è in sperimentazione per la cura di certe forme di depressione, ma è la prima volta che viene utilizzata su pazienti anoressici. L’impianto richiede una procedura chirurgica, ma è comunque poco invasivo ed è reversibile.

LO STUDIO -  I ricercatori del Krembil Neuroscience Centre e dell’University Health Network in Canada, hanno utilizzato la risonanza magnetica per identificare una specifica area cerebrale nella quale impiantare gli elettrodi collegati a un generatore di impulsi inserito sotto la pelle.

LA SPERIMENTAZIONE -  I ricercatori hanno attivato il dispositivo 10 giorni dopo l’impianto e hanno misurato alcuni parametri. Poi, a distanza di alcuni mesi è stato rilevato che 5 pazienti su 6 cominciavano ad acquisire peso, a migliorare il tono dell’umore e la loro qualità di vità. Le pazienti, fra i 24 e i 57 anni, convivevano con la malattia da un minimo di 4 anni fino a 37.

La ricerca è stata pubblicata su Lancet dove i ricercatori del King’s College di Londra, l'hanno commentata con entusiasmo. "I costi personali e sociali dei disturbi del comportamento alimentare sono enormi. I risultati di questa ricerca sono importanti soprattutto perché dimostrano che la stimolazione cerebrale è una cura che ha effetti positivi".

Tags:
pacemakercervellocurareanoressia
in evidenza
Paragone, picconate a Burioni "Ti ho denunciato e...". VIDEO

Politica

Paragone, picconate a Burioni
"Ti ho denunciato e...". VIDEO

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri

Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.