A- A+
Cronache
Roma, adolescenti aggrediti da poliziotti senza motivo

Sul posto dell'aggressione un quarto agente, che non ha fermato i colleghi ma ha poi confermato il racconto dei ragazzi

"Ve ne dovete andare affanculo sennò ve piamo a pizze". È cominciata così l'aggressione senza motivo da parte di tre agenti della polizia nei confronti di cinque adolescenti a Roma. Smartphone lanciati a terra e schiacciati sotto le scarpe, cuffiette che volano via, schiaffi, braccia dietro le schiene e volti premuti sul cofano dell'auto di servizio. La descrizione di un'aggressione insensata e assurda, della quale gli agenti saranno presto chiamati a rispondere, per fornire la loro versione dei fatti. 

Gli adolescenti hanno subito denunciato l'aggressione e, grazie al video girato da uno dei ragazzi, i tre agenti sono stati subito individuati. Fondamentale anche la testimonianza di un quarto poliziotto che si trovava sul posto quando è avvenuta l'aggressione, che non è intervenuto, e ha confermato il racconto degli adolescenti. I nomi dei tre poliziotti sono stati iscritti sul registro degli indagati con le accuse di "abuso d'ufficio" e "lesioni".

«Stavamo percorrendo a piedi circonvallazione Cornelia in direzione di piazza della Salle dove c'è un Mc Donald's», hanno raccontato i giovani, specificando dove hanno incontrato la volante: « giunti all'altezza di via Giambattista Pagano». Anche gli identikit che i ragazzi hanno fatto degli agenti è stato preciso e dettagliato: «Uno di corporatura esile e calvo, un altro con la barba incolta e capelli scuri di media lunghezza e accento partenopeo, il terzo con barba corta brizzolata e capelli molto corti e il quarto di corporatura robusta con indosso occhiali da vista». 

Le domande che ci facciamo sono due: perchè questo abuso di potere irragionevole? Perchè il quarto agente non ha fatto niente per fermare i colleghi?

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
adolescentiaggressionepoliziaroma
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Annalisa snobba il marito: "Sanremo? Non ci siamo visti, avevamo da fare: è andata così"

Guarda il video

Annalisa snobba il marito: "Sanremo? Non ci siamo visti, avevamo da fare: è andata così"


in vetrina
Milano, inaugurato il primo murale in Italia dello street artist Obey

Milano, inaugurato il primo murale in Italia dello street artist Obey





motori
Nuova DACIA Sandero Streetway Journey: eleganza e tecnologia urbana

Nuova DACIA Sandero Streetway Journey: eleganza e tecnologia urbana

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.