"Stiamo investendo - annuncia il fondatore e presidente di Ab medica, Aldo Cerruti - nella telemedicina per curare i pazienti da casa". "Abbiamo cominciato a investire in ricerca - continua parlando dei progetti da realizzare - e con Politecnico di Torino abbiamo preso dei brevetti per il polimero piu' avanzato per la crescita delle staminali. Abbiamo poi un progetto di trasmissione a distanza per la cura e la diagnosi del morbo di Parkinson". "Abbiamo avuto fortuna - conclude - ma anche intuito nell'introdurre nuove tecnologie e bravura nella scelta dei professionisti a cui affidarle".
 

 

Andrea Bufo

 

2013-12-03T16:01:07.223+01:002013-12-04T08:01:00+01:00truetrue956116falsefalse4Cronache/cronache413099859572013-12-03T16:01:07.287+01:009572014-03-17T15:20:45.537+01:000/cronache/salute-chirurgia-robotica-abmedica031213false2014-01-16T15:51:56.897+01:00309985it-IT102013-12-04T08:01:00"] }
A- A+
Cronache


L'Italia ha cominciato a puntare sulla chirurgia robotica nel 2000, prima in Europa e se otto anni fa si contavano 18 robot nel Belpaese e tre nel resto d'Europa, oggi ce ne sono 78 in Italia e 380 nel Vecchio Continente. Nel 2013 sono stati 13.200 gli italiani che si sono fatti operare da un robot. E' quanto emerso nel corso dell'incontro annuale "Il futuro della sanita'", organizzato a Milano da Ab medica.

L'esemplare piu' conosciuto e diffuso e' il 'Sistema Da Vinci', con il quale la chirurgia italiana ha effettuato il primo trapianto di rene in Europa.  Altri tipi di Robot sono il 'Sistema Rio Mako', ideato per le grosse articolazioni, e il 'Sistema Cyberknife', destinato alla radiochirurgia. Nel futuro si arrivera' probabilmente a interventi a distanza.

 

video aldo cerruti

Guarda la videointervista di Affaritaliani.it ad Aldo Cerruti, fondatore di Ab medica

"Stiamo investendo - annuncia il fondatore e presidente di Ab medica, Aldo Cerruti - nella telemedicina per curare i pazienti da casa". "Abbiamo cominciato a investire in ricerca - continua parlando dei progetti da realizzare - e con Politecnico di Torino abbiamo preso dei brevetti per il polimero piu' avanzato per la crescita delle staminali. Abbiamo poi un progetto di trasmissione a distanza per la cura e la diagnosi del morbo di Parkinson". "Abbiamo avuto fortuna - conclude - ma anche intuito nell'introdurre nuove tecnologie e bravura nella scelta dei professionisti a cui affidarle".
 

 

Andrea Bufo

 

Tags:
salutechirurgia roboticaab
in evidenza
Casaleggio-Sabatini, che coppia Mano nella mano in dolce attesa

Paparazzati in un hotel di lusso

Casaleggio-Sabatini, che coppia
Mano nella mano in dolce attesa

i più visti
in vetrina
Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo

Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo





casa, immobiliare
motori
DS 7 CROSSBACK: viaggiare in un comfort premium

DS 7 CROSSBACK: viaggiare in un comfort premium


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.