A- A+
Cronache
Sei influencer nel mirino dell'Antitrust: "Promettono guadagni facili"

L'Antitrust ha avviato 6 procedimenti nei confronti di influencer che promettono soldi e guadagni facili. 

L'Antitrust continua la sua battaglia contro gli influencer. L'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha avviato sei procedimenti istruttori nei confronti di sei "personalità social" che promettono guadagni facili e certi. Tre di questi non pubblicherebbero solo foto e video in cui offrono (a pagamento) metodi per ottenere importanti guadagni in modo semplice e sicuro sulla falsariga del modello vincente che incarnano, ma non usano alcuna dicitura di advertisement. Questa è fondamentale per informare il consumatore della natura pubblicitaria dei contenuti che stanno vedendo, ma anche per evidenziare quali sono i prodotti da acquistare e i metodi di pagamento da usare. Infine, sembra che i loro follower siano falsi e, in alcuni casi, anche le recensioni al profilo non sarebbero verificabili né vere. Di queste accuse dovranno rispondere Luca Marani, Big Luca, Alessandro Berton e Davide Caiazzo

Questo è uno dei video di Luca Marani 

Questo è uno dei video di Big Luca 

Questo è uno dei video di Alessandro Berton 

Questo è uno dei video di Davide Caiazzo

Altri due influencer, invece, Hamza Mourai e Michele Leka pubblicherebbero sistematicamente, attraverso le piattaforme social, foto e video in cui pubblicizzano e offrono indicazioni o metodi per ottenere facili e sicuri guadagni tramite l'investimento in criptovalute, senza fare riferimento ai rischi connessi. Ovviamente, tutto a pagamento. Anche questi due influencer non indicherebbero la natura promozionale delle comunicazioni offerte e non evidenzierebbero in modo adeguato elementi rilevanti per le decisioni di acquisto. 

Questo è uno dei video di Hamza Mourai

Ma non è tutto. Oltre a queste sei persone individuate dall'Antitrust, l'Autortià Garante ha avviato altre 4 istanze di moral suasion (persuasione morale) nei confronti delle influencer Ludovica Meral Frasca, Sofia Giaele De Dona', Milena Miconi e Alessandra Ventura. Infatti pubblicherebbero su Instagram foto e video mettendo in evidenza brand, hotel e altre strutture turistiche, con le quali si ritiene possano intrattenere rapporti commerciali, senza utilizzare alcuna dicitura che evidenzi la natura promozionale di questi contenuti. Le stesse influencer vanterebbero inoltre una popolarità che potrebbe essere falsata da un considerevole numero di follower non autentici sul proprio profilo Instagram.

Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
"Vi racconto tutta la verità...". Angelica Schiatti, Morgan esce allo scoperto

L'artista accusato di revenge porn

"Vi racconto tutta la verità...". Angelica Schiatti, Morgan esce allo scoperto


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico





motori
DOBA: la rivoluzione digitale per prenotare la tua nuova DACIA

DOBA: la rivoluzione digitale per prenotare la tua nuova DACIA

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.