A- A+
Cronache
Taranto, arrestata funzionaria di banca. Truffava anziani e indifesi clienti

E’ di 458 mila euro il sequestro preventivo effettuato dai Militari della Guardia di finanza di Taranto nei confronti di una ex dipendente di una banca della città, di 57 anni, arrestata già nel 2017 per furto aggravato e appropriazione indebita.

Il motivo del sequestro di beni mobili, immobili e disponibilità finanziare, come si legge sulle pagine di Repubblica, viene alla luce dopo le indagine eseguite dalle Fiamme Gialle che hanno portato alla luce che “nella sua mansione di gestore di investimenti della clientela privata, si era appropriata indebitamente di ingenti somme di denaro”.

L’esecuzione della truffa avveniva ai danni delle persone più anziane, spesso non in buona salute e soli. Dopo aver instaurato un rapporto di fiducia con il cliente, riusciva ad ottenere la completa gestione dei loro soldi e avendo a disposizione molto denaro, affidatole direttamente dagli anziani, con la promessa di investirlo e ricavarne vantaggiosi guadagni.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    tarantobancariatruffa bancariaclienti anzianiinvestimenti vantaggiositruffa aggravataarresto
    in evidenza
    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    Corporate - Il giornale delle imprese

    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    i più visti
    in vetrina
    Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza

    Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza





    casa, immobiliare
    motori
    L'80% degli automobilisti europei vogliono passare al Green

    L'80% degli automobilisti europei vogliono passare al Green


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.