A- A+
Cronache

Nel 2008 tentò di uccidere la moglie e venne arrestato il 10 ottobre dello stesso anno dai carabinieri. Ma a cinque anni di distanza l'uomo, residente a Perugia, deve ancora essere processo. Il tutto nonostante i rinvii a giudizio, ben undici dal 2008. Ma ancora non è arrivata nessuna sentenza e il presunto tentato omicida continua a restare libero. L'avvocato della donna: “E’ inutile approvare le leggi sul femminicidio se poi la giustizia è paralizzata e non macina più processi”.

Inquietante il fatto che recentemente sia stata approvata la legge contro il reato di femminicidio ma comunque si riscontrano ritardi da parte della giustizia stessa contro chi ha commesso questo tipo di reato.


La mia assistita viene ogni volta da Firenze, dove lascia i tre figli ai servizi sociali, per sentirsi dire che il processo è stato rinviato. Nel frattempo l’imputato è in libertà”, annuncia a Clandestinoweb.com, l’avvocato Panichi, e conclude “stamattina doveva esserci la prima udienza con le deposizioni in aula del maresciallo dei carabinieri e della mia cliente, ma non se n’è fatto niente perché non c’era tempo, per cui abbiamo assistito, sconsolati, all’ennesimo rinvio al 28 gennaio 2014. Questa non è giustizia, undici rinvii e ancora il processo non è iniziato, figuriamoci quando mai terminerà”.

Tags:
mogliemaritoprocesso
in evidenza
Maria Moran mozzafiato, la Diletta Leotta del calcio spagnolo

Lato A e B da urlo. LE FOTO

Maria Moran mozzafiato, la Diletta Leotta del calcio spagnolo


in vetrina
Automotive, da ALD arrivano nuove soluzioni di mobilità sostenibile

Automotive, da ALD arrivano nuove soluzioni di mobilità sostenibile





motori
Opel Zafira-e Life, il salotto amato anche dagli amici animali

Opel Zafira-e Life, il salotto amato anche dagli amici animali

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.