A- A+
Cronache
Tortura, sì della Camera al ddl. Aggravante per i pubblici ufficiali

Via libera dell'Aula di Montecitorio al ddl che introduce il reato di tortura. Il provvedimento passa ora all'esame del Senato. "Un buon testo, equilibrato e al contempo rigoroso. Un testo che non ha alcun intento punitivo nei confronti delle forze dell'ordine, ma che e' giustamente severo nei riguardi di un reato odioso e grave come quello di tortura".

Cosi' Donatella Ferranti, presidente della commissione Giustizia della Camera, commenta il via libera dell'aula alla pdl che introduce il reato di tortura nell'ordinamento italiano: "Auspico ora - aggiunge l'esponente del Pd - un rapido passaggio a palazzo Madama in modo che gia' prima dell'estate potremo finalmente adempiere agli obblighi internazionali colmando cosi' un ritardo ancora piu' pesante dopo la sentenza di condanna della Corte di Strasburgo".

Nel merito, il provvedimento approvato dalla Camera "mantiene l'impianto dato dal Senato ma configura meglio il reato - spiega Ferranti - recependo quasi letteralmente le indicazioni della Convenzione delle Nazioni Unite contro la tortura. Aver individuato con puntualita' gli elementi oggettivi e soggettivi della condotta evitera' improprie sovrapposizioni con altri delitti gia' puniti dal codice penale. E in piu' - conclude - abbiamo anche raddoppiato i termini di prescrizione".

Tags:
torturaokcamerareato
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Intesa Sanpaolo, apre il nuovo Museo delle Gallerie d’Italia a Napoli

Scatti d'Affari
Intesa Sanpaolo, apre il nuovo Museo delle Gallerie d’Italia a Napoli





casa, immobiliare
motori
Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina

Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.