A- A+
Cronache
Vannacci "propaganda l'odio razziale". Il gip rigetta l'archiviazione
Roberto Vannacci

Vannacci "propaganda l'odio razziale". Il gip rigetta l'archiviazione e il generale rischia il processo militare

Il gip del tribunale militare di Roma ha respinto la richiesta di archiviazione della procura nei confronti del generale Roberto Vannacci, neo eletto al Parlamento Europeo, indagato per istigazione all’odio razziale in relazione ad alcuni passaggi contenuti nel suo libro ‘Il mondo al contrario’. Il procedimento era stato aperto in seguito a diverse denunce presentate, tra gli altri, dal Sindacato dei Militari e l’associazione Tripla Difesa. Il giudice ha fissato l’udienza per il prossimo 25 settembre.

“Al momento sappiamo solo che il gip ha respinto la richiesta della Procura ma nei prossimi giorni chiederemo le carte – afferma l’avvocato Giorgio Carta, difensore di Vannacci - Una decisione che non comprendiamo perché la fattispecie contesta non è reato militare”. Vannacci è indagato anche dalla procura di Roma sempre in relazione ad alcune affermazioni contenute nel libro ‘Il mondo al contrario’. Il procedimento, nel quale si ipotizza lo stesso reato di istigazione all’odio razziale, è ancora in fase di indagini.

LEGGI ANCHE: Lega, Vannacci: "Le polemiche ci hanno fatto perdere voti. Ma ora basta"

Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
William e Kate, aria di divorzio. Crisi per la malattia della duchessa

Forti tensioni a Palazzo

William e Kate, aria di divorzio. Crisi per la malattia della duchessa


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico





motori
My CUPRA App: la ricarica elettrica diventa più semplice

My CUPRA App: la ricarica elettrica diventa più semplice

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.