A- A+
Cronache
Weinstein, fare il porco è diventato rischioso
Attorno a Hervey Weinstein, guru celebrato del cinema USA abituato a molestare e stuprare attrici famose ed aspiranti tali, il clamore non accenna a spegnersi. Si scopre che tutti sapevano ma stavano zitti; si ironizza sui suoi finanziamenti ai democrats a partire da Hillary Clinton e Barack Obama; soprattutto ci si chiede se star come Gwyneth Paltrow, Angelina Jolie o Asia Argento siano da considerare vittime o complici del “bruto”, visto che hanno taciuto anche per 10 anni. I media tutti – anche quelli chic – cavalcano il gossip, con particolari intriganti al confine del porno.
Che sia uno scandalo non c’è dubbio. Per molti versi è anche una buona notizia, perché l’impunità che si riteneva garantita ai big che sfruttano potere, ricchezza e influenza per compiere abusi sessuali non è più scontata.
Qualche anno fa è toccato a Strauss-Kahn, banchiere, economista e politico: l’aggressione a una cameriera d’albergo a New York gli è costata l’esclusione dalla corsa alla presidenza della Repubblica Francese, l’emarginazione, la carriera spezzata.
Non accade sempre, ma certo sempre più spesso, che i potenti che fanno porcherie finiscano per pagarla. Anche dei preti pedofili tutti sapevano, da tempo; adesso, però, la Chiesa ne parla e i cardinali colpevoli o omertosi finiscono nei guai.
Sarà anche vero che viviamo in tempi volgari, eccessivi, segnati da un esibizionismo mediatico che avrebbe fatto arrossire i playboy e le spogliarelliste del Novecento. Tuttavia un presidente degli Stati Uniti – insegna il Monicagate – non può fare il porco senza finire screditato. E tocca anche ai rampolli di qualche casa regnante (mentre un tempo per loro tutto era concesso, taciuto, assolto).
Disputare se un’attrice poteva dire di no o denunciare il mostro può essere divertente; così come dividersi tra chi pensa che i porci sono gli uomini che approfittano, e chi all'opposto punta il dito contro le donne che ci stanno. Polemiche da bar.
E’ il caso semmai di prendere atto che la sensibilità generale è cambiata in meglio. E i porci prepotenti hanno sempre meno probabilità di farla franca.
Iscriviti alla newsletter
Tags:
weinsteincaso weinsteinweinstein scandalo sessuale
in evidenza
CR7-Manchester, divorzio vicino Georgina mostra il pancione

Le foto

CR7-Manchester, divorzio vicino
Georgina mostra il pancione

i più visti
in vetrina
Rihanna sensuale: body rosso in vista di San Valentino per la felicità di...

Rihanna sensuale: body rosso in vista di San Valentino per la felicità di...





casa, immobiliare
motori
Stellantis celebra il suo primo anno di successi

Stellantis celebra il suo primo anno di successi


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.