A- A+
Cronache
Weinstein, fare il porco è diventato rischioso
Advertisement
Attorno a Hervey Weinstein, guru celebrato del cinema USA abituato a molestare e stuprare attrici famose ed aspiranti tali, il clamore non accenna a spegnersi. Si scopre che tutti sapevano ma stavano zitti; si ironizza sui suoi finanziamenti ai democrats a partire da Hillary Clinton e Barack Obama; soprattutto ci si chiede se star come Gwyneth Paltrow, Angelina Jolie o Asia Argento siano da considerare vittime o complici del “bruto”, visto che hanno taciuto anche per 10 anni. I media tutti – anche quelli chic – cavalcano il gossip, con particolari intriganti al confine del porno.
Che sia uno scandalo non c’è dubbio. Per molti versi è anche una buona notizia, perché l’impunità che si riteneva garantita ai big che sfruttano potere, ricchezza e influenza per compiere abusi sessuali non è più scontata.
Qualche anno fa è toccato a Strauss-Kahn, banchiere, economista e politico: l’aggressione a una cameriera d’albergo a New York gli è costata l’esclusione dalla corsa alla presidenza della Repubblica Francese, l’emarginazione, la carriera spezzata.
Non accade sempre, ma certo sempre più spesso, che i potenti che fanno porcherie finiscano per pagarla. Anche dei preti pedofili tutti sapevano, da tempo; adesso, però, la Chiesa ne parla e i cardinali colpevoli o omertosi finiscono nei guai.
Sarà anche vero che viviamo in tempi volgari, eccessivi, segnati da un esibizionismo mediatico che avrebbe fatto arrossire i playboy e le spogliarelliste del Novecento. Tuttavia un presidente degli Stati Uniti – insegna il Monicagate – non può fare il porco senza finire screditato. E tocca anche ai rampolli di qualche casa regnante (mentre un tempo per loro tutto era concesso, taciuto, assolto).
Disputare se un’attrice poteva dire di no o denunciare il mostro può essere divertente; così come dividersi tra chi pensa che i porci sono gli uomini che approfittano, e chi all'opposto punta il dito contro le donne che ci stanno. Polemiche da bar.
E’ il caso semmai di prendere atto che la sensibilità generale è cambiata in meglio. E i porci prepotenti hanno sempre meno probabilità di farla franca.
Tags:
weinsteincaso weinsteinweinstein scandalo sessuale
Loading...
in vetrina
ANNA FALCHI reggiseno e lato B da scudetto... come la sua Lazio! Le foto Vip

ANNA FALCHI reggiseno e lato B da scudetto... come la sua Lazio! Le foto Vip

i più visti
in evidenza
Dorothea, oro e sensualità E' la Fede Pellegrini delle nevi

Biathlon, l'azzurra corre truccata

Dorothea, oro e sensualità
E' la Fede Pellegrini delle nevi


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Citroen porta l’edizione speciale “C-Series” in Italia con C3 Aircross

Citroen porta l’edizione speciale “C-Series” in Italia con C3 Aircross


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.