A- A+
Cronache
WhatsApp: multa-record da 225 milioni di euro per violazione della privacy

Irlanda: autorita' per la privacy Dpc multa WhatsApp per 225 milioni di euro

La Commissione per la protezione dei dati (Dpc) dell'Irlanda ha multato la filiale locale di WhatsApp per 225 milioni di euro per violazione delle norme sulla privacy.

Come riferiscono i media irlandesi, si tratta della piu' grande multa mai inflitta dal Dpc e la seconda piu' grande sanzione mai applicata a un'organizzazione ai sensi delle leggi sui dati dell'Ue.

Il regolatore di Dublino ha anche ordinato al servizio di messaggistica di rendere conforme il trattamento dei dati adottando una serie di azioni correttive specifiche.

Come riferisce l'emittente "Rte" WhatsApp ha affermato di non essere d'accordo con la decisione, spiegando che le sanzioni sono del tutto sproporzionate. I rappresentanti del servizio di messaggistica hanno dichiarato che l'azienda fara' ricorso contro la sentenza. Il Dpc funge da autorita' di vigilanza principale per WhatsApp in tutta Europa. 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    whatsappmultarecord225 milioni di euroviolazione della privacy
    in evidenza
    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    Corporate - Il giornale delle imprese

    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    i più visti
    in vetrina
    Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza

    Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza





    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes, approvato piano al 2026 con investimenti da 60 MLD

    Mercedes, approvato piano al 2026 con investimenti da 60 MLD


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.