A- A+
Culture

 

 

AnnaPremoli NewtonCompton

Dal self-publishing alla vittoria del Premio Bancarella, giunto quest’anno alla 61esima edizione. Nel mezzo, la pubblicazione di Ti prego lasciati odiare edito da Newton Compton: Anna Premoli si gode il successo del suo romanzo e la casa editrice di Raffaello Avanzini festeggia per il secondo anno consecutivo (l'anno scorso il Bancarella andò a Marcello Simoni).

Gli altri titoli in lizza erano Implosion (De Agostini) di M. J. Heron, Vipera (Einaudi) di Maurizio De Giovanni, Il bambino con la fionda (Piemme) di Vanna De Angelis, Il profumo delle bugie (Garzanti) di Bruno Morchio e   L’ultimo sogno longobardo (Coedit) di Ugo Moriano.

Marco Bianchi con "Un anno in cucina con Marco Bianchi" (Ponte alle Grazie) si è invece aggiudicato l'ottava edizione del “Premio Bancarella della Cucina”

 

Tags:
premio bancarellaanna premoliself-publishingnewtin compton
in evidenza
Wanda Nara-Icardi di nuovo insieme... in un reality

"Ci sarà anche Maxi Lopez"

Wanda Nara-Icardi di nuovo insieme... in un reality


in vetrina
Finanza agevolata e promozioni, Simest supporta le imprese colpite dalla guerra

Finanza agevolata e promozioni, Simest supporta le imprese colpite dalla guerra


motori
Renault Arkana: si conferma un pilastro della Renaulution

Renault Arkana: si conferma un pilastro della Renaulution

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.