A- A+
Culture
Limone più antico del Mediterraneo scoperto a Roma

Risale all'incirca al 14 d.C. ed e' il limone piu' antico ritrovato nel Mediterraneo. E' venuto fuori a Roma durante una campagna di scavi archeologici nell'area del Foro romano, precisamente al carcere Tullianum, noto anche come carcere di San Pietro. Il frutto, che nasce in Asia, e' stato ritrovato con la polpa fresca e i semi: "faceva parte di un insieme di frutti che costituivano un'offerta votiva", ha spiegato l'archeologa Patrizia Fortini, direttrice degli scavi che hanno riportato alla luce nuovi ambienti del carcere. "E' la prima testimonianza archeologica del limone nel Mediterraneo. Le analisi al radiocarbonio lo hanno datato al 14 d.C., ovvero molto prima di quando, fino a oggi, si e' pensato che il limone fosse arrivato dall'Asia". I resti del limone sono esposti nello spazio museale del carcere, che sara' aperto al pubblico a partire dal prossimo 21 luglio (prenotazioni su www.orp.org).

Tags:
limone più antico mediterraneoarcheologia scoperta limone antico mediterraneo
in evidenza
Automotive, da ALD la svolta Arrivano nuove soluzioni green

Tra mobilità e sostenibilità

Automotive, da ALD la svolta
Arrivano nuove soluzioni green


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica


motori
BMW XM, alte prestazioni a trazione elettrificata

BMW XM, alte prestazioni a trazione elettrificata

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.