A- A+
Culture
Giovane musicista italiano vince un premio in Carnegie Hall a New York

Non tutti i giovani talenti italiani lasciano l’Italia, qualcuno la lascia momentaneamente per vincere un premio prestigioso. E’ il caso di Vittorio Benaglia, 19 anni giovane promessa della nostra musica classica, tornato da poco da New York dove, unico italiano tra tanti concorrenti selezionati di tutto il mondo, ha vinto il prestigioso Golden Classical Music Award per la sua interpretazione con la viola.

 

I giovani finalisti, scelti attraverso i loro video da una giuria internazionale, si sono giocati la partita finale nel prestigioso Carnegie Hall di New York, un tempio della musica mondiale e più precisamente nella storica Weill Recital Hall.

 

E come è arrivato, con quali studi e quali sogni si confronta il giovane talento italiano?

Lo abbiamo incontrato nella pausa di un ‘allenamento e studio di preparazione per un nuovo concerto.

Un premio a New York. Virtuoso della viola

Vittorio, un risultato strepitoso, che deriva anche da un percorso di studi significativo,vero?

 

‘Certo ho cominciato a cinque anni. Il mio ambito familiare è tutto fatto di musicisti, liutai, violinisti, pianisti e direttori di orchestra. Non dico che il mio destino fosse già scritto ma sicuramente respirare una simile aria mi ha molto indirizzato. E soprattutto mi ha dato forza nei tanti momenti di sconforto o difficoltà’.

 

Quali sono stati i tuoi studi?

Un premio a New York. 10 anni di studio e poi perfezionamento continuo

‘ Mi sono diplomato al Conservatorio di Como che, complessivamente, ti impegna per dieci anni . Ora mi sto perfezionando all’Accademia Perosi, una tra le più importanti d’Italia e all’Università Hema di Losanna’

 

Questo riconoscimento americano che strade pensi ti abbia aperto?

‘ Sicuramente per me è stata una stupenda vetrina internazionale, mi ha creato molte conoscenze tra le quali una casa di produzione giapponese, di Hosaha, con la quale dovrei incidere il mio primo disco’.

 

Perché hai scelto la viola?

 

‘ Come tanti piccoli musicisti che iniziano ho cominciato con il violino. Proprio per le sue dimensioni ridotte adatte alla struttura di un bambino. Poi, col passare del tempo, ho avuto occasione di ascoltare pezzi musicali suonati con la viola e quel suono caldo e pastoso mi ha fatto innamorare dello strumento’.

 

Suonare al tempo di internet e dei social è un vantaggio o uno svantaggio?

 

‘Onestamente è una moneta da due facce. Il grande vantaggio è rappresentato dal fatto che , ad esempio su You tube, hai a disposizione milioni di pezzi. Di quelli che ti piacciono scarichi la partitura in un attimo e senza spesa. Dall’altro lato però vi è il rischio di perdere la concezione dell’interpretazione personale. Perché a volte rischi di cercare di interpretare un pezzo con lo stile di qualcuno che ti è particolarmente piaciuto e in questo caso non dai spazio alla tua personalità’.

 

E il prossimo appuntamento?

 

‘Un concerto a Milano, il 27 novembre, nella storica Sala della Società del Giardino. Suonerò insieme a Maria Grazia Belloccio, un’importante e conosciuta pianista italiana e con una giovane promessa al violino,Sofia Manvati’.

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenti
    Tags:
    carnegie hallnew york
    in evidenza
    "Governo ma non troppo..." Crozza imita Speranza. VIDEO

    Spettacoli

    "Governo ma non troppo..."
    Crozza imita Speranza. VIDEO

    i più visti
    in vetrina
    Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

    Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


    casa, immobiliare
    motori
    CUPRA Born,ordinabile in Italia

    CUPRA Born,ordinabile in Italia


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.