A- A+
Culture
Il perfetto paraculo. Manuale per aspiranti italiani

Il paraculo è colui che sa abilmente e con disinvoltura volgere a proprio favore ogni situazione o fare il proprio interesse a scapito degli altri e senza darlo a vedere.

La sua esistenza ti ricorda che:
– sbagliare è umano, ma incolpare gli altri è meglio.
– Guadagnarsi un applauso per un lavoro ben fatto è soddisfacente, ma prendersi il merito senza aver mosso un dito è meno stressante.
– Fare sacrifici per un ideale è lodevole, ma arrivarci da privilegiato è ancora meglio.
– Il mondo si divide in due: le “merdacce” e i paraculi. A te tocca scegliere da che parte stare.

Se sei un italiano, possiedi certamente nel tuo Dna il gene paraculo. Il corredo genetico però non basta. Per diventare il perfetto paraculo che potenzialmente sei, oltre a un ferreo addestramento quotidiano, hai bisogno di un manuale: questo.

Pagina dopo pagina, qui troverai l’arte di ottenere un posto di lavoro attraverso una raccomandazione; la bravura nel gestire conversazioni e supercazzole assortite con disinvoltura su argomenti dei quali sei del tutto ignaro; l’abilità nel dispensare complimenti adulatori ai tuoi superiori e parallelamente spargere veleno sui tuoi competitor; la perizia nel mostrarti integerrimo pubblicamente salvo poi compiere le peggiori azioni e furberie nell’ombra. Infine, sarai allenato a riconoscere ogni paraculo che ti circonda e a combatterlo per sgomitare a tua volta.

Insomma, grazie a questo corso intensivo fatto di esempi pratici, citazioni colte, biografie d’illustri paraculi e un linguaggio comprensibile anche a chi si è comprato il diploma in una repubblica caucasica diventerai il più scaltro dei paraculi, capace di sopravvivere in questa giungla chiamata Italia.


L'AUTORE

Paolo Pedote (Milano, 1966) ha collaborato con Radio Città Fujiko di Bologna e diversi giornali. Tra le sue pubblicazioni: Storia dell’omofobia, prefazione di Gian Antonio Stella, Odoya 2011; L’Apocalisse secondo Pier Paolo Pasolini, Stampa Alternativa 2013; I bambini di Escher, Todaro Editore 2017.

 

il perfetto paraculo
 

LEGGI UN ESTRATTO SU AFFARITALIANI.IT

Tutti i dizionari sono in linea nel definire il paraculo chi sa abilmente e con disinvoltura volgere a proprio favore una situazione o fare il proprio interesse a scapito degli altri e senza darlo a vedere.

Guardiamoci allora bene attorno e parliamoci chiaro: i paraculi, in Italia, sono ovunque! Non solo negli ambienti politici, il loro habitat naturale. Si trovano nell’impiego pubblico e privato, nelle università, nei tribunali, nell’esercito, nelle forze dell’ordine, nelle fabbriche, nelle associazioni culturali e nelle onlus, nei sindacati e negli spogliatoi delle società sportive. Persino nei circoli di burraco.

I paraculi sono in ogni luogo e a tutti i livelli della scala sociale: dietro di noi all’Esselunga col carrello della spesa, in fila alle Poste o in sala d’attesa dal medico. Crescono e si riproducono come i gremlins in qualunque situazione ci sia da guadagnare senza alcuno sforzo.

Quale impiegato, infatti, non ricorda tra i suoi capi ufficio almeno uno di questi re della delega e del merito acquisito “a ufo”? Chi non ha mai conversato, anche una sola volta, con uno di questi maneggioni che sanno sempre tutto? Chi, tra i laureati, non ha dato all’università almeno un esame trovandosi davanti al classico barone dell’occhiata complice?

Mi si potrebbe far notare che il personaggio era noto sin dalla preistoria e che persino gli archeologi hanno scoperto come alle origini dell’homo sapiens il paraculo riuscì a sviluppare particolari abilità per salvarsi dalle zanne degli animali feroci, salire sul mammut e fuggire, lasciando il vicino di caverna nello sterco fino al collo. Il punto è che il paraculo, questa bestia trionfale dalle mille teste, finisce per annidarsi nelle nostre vite come un parassita senza neppure che uno se ne accorga, trasformandosi così nel peggiore degli incubi.

Esistono allora dei segnali che ci inducono a capire che il nostro collega è un paraculo? Ci sono degli strumenti efficaci per neutralizzarlo? È possibile per un cittadino preso a calci sulle gengive, riscattarsi di fronte alle ingiustizie di un sistema che premia solo ed esclusivamente i paraculi? Come si diventa un immanicato? Ma, soprattutto, ed è questa la domanda più importante: è possibile tirar fuori il paraculo che si nasconde in ognuno di noi?

Il presente manuale è un vero e proprio trattato di paraculologia applicata, la risposta che cercavi a ognuna di queste domande. Un Survival Course per impossessarti di alcune tecniche di sopravvivenza fondamentali in questa giungla di burocrazia impazzita, lavoro precario e parcheggio selvaggio che è l’Italia.

Se dunque ti senti depresso e demoralizzato perché sei stato scavalcato per l’ennesima volta dal classico bradipo figliodipapà che non è in grado di trovare il lago di Garda sulla cartina geografica o se sei avvilito, oltre che disgustato, poiché personaggi che non sanno cosa sia un congiuntivo ricoprono la carica di senatore, lasciati guidare dalla spietata schiettezza delle pagine che seguono.

Parafrasando il sergente maggiore Hartman di Full Metal Jacket, se arriverai all’ultima riga, pregherai per fottere il tuo prossimo godendoti privilegi e medaglie che mai ti sei guadagnato. Fino a quel giorno però non sarai altro che un pezzo informe di materia organica anfibia fantozzianamente chiamata “merdaccia”, giacché qui non si fanno distin- zioni di razza, genere, orientamento religioso e sessuale. Qui vige la trasversalità assoluta nonché l’assoluto rispetto, perché c’è un solo obiettivo: scremare chi ha le palle per diventare un vero e autentico paraculo!

Tags:
il perfetto paraculoil perfetto paraculo libropaolo pedoteil perfetto paraculo paolo pedote
in evidenza
La confessione di Francesca Neri "Sono una traditrice seriale"

Guarda la gallery

La confessione di Francesca Neri
"Sono una traditrice seriale"

i più visti
in vetrina
Nexi Debit Premium: una nuova carta di debito esclusiva su rete Visa

Nexi Debit Premium: una nuova carta di debito esclusiva su rete Visa


casa, immobiliare
motori
Nuova Opel Astra, inizia una nuova era

Nuova Opel Astra, inizia una nuova era


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.