A- A+
Culture
Renzi rilancia il modello Bmta a Paestum

Per la prima volta al mondo una fiera del turismo parla arabo. Accade alla Borsa mediterranea del turismo archeologico (Bmta) di Paestum (da oggi al 29 ottobre), riconosciuta come best practice per l’impegno in favore del dialogo interculturale tra i Paesi del bacino del Mediterraneo. Un modello riconosciuto anche da Matteo Renzi in visita agli scavi ed alla Bmta. “Siamo in uno dei luoghi più suggestivi e ricco di cultura del Mezzogiorno, un luogo che ricordo da bambino quando ero in vacanza nel Cilento. Non per altro la Borsa è riconosciuta come best practice per il dialogo tra le diverse culture”, ha detto Renzi. Da oggi, dunque, alla Bmta si parla in lingua araba. Basta connettersi al sito www.bmta.it e le persone di lingua araba potranno seguire tutti gli eventi in programma. “Non è un’iniziativa a scopi commerciali ma culturale”, afferma il direttore e fondatore della Borsa, Ugo Picarelli, al giro di boa dei primi vent’anni.

“E’ una forma d’inclusione sociale in nome della denominazione Mediterranea della rassegna come crocevia di civiltà e del riconoscimento internazionale dell’evento da parte di Unwto e Unesco quale best practice di dialogo interculturale. Nel salernitano, come nel Sud Italia, vivono migliaia di cittadini arabi, moltissimi dei quali, probabilmente, del patrimonio culturale non sanno nulla, benché vivano in luoghi dove si afferma la loro storia e dove emerge a pieno una parte non certo secondaria della loro tradizione culturale. Scoprirla non è solo un’acquisizione di conoscenza, ma una opportunità di dialogo e confronto, consapevoli nella loro lingua che il patrimonio culturale, non solo quello dei siti Unesco, appartiene anche a loro”. Una mission che, sostiene Picarelli, interpreta in pieno la “diplomazia culturale” che il ministro Angelino Alfano persegue nel suo impegno di politica estera, ma anche l’impegno internazionale che l’Italia ha assunto con il ministro del Mibact Dario Franceschini nei confronti dell’Unesco e quindi del mondo intero di farsi partecipe della salvaguardia del patrimonio dell’umanità con i Caschi Blu coordinati dal Comando Carabinieri tutela del patrimonio culturale.

Non ultima l’attenzione che riserva il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, alla cooperazione culturale. Il progetto  “Mediterranean Sea Basin”, che succede al Programma “Bacino Mediterraneo 2007-2013”, è il nuovo Programma di cooperazione transfrontaliera multilaterale che vede la Campania in partenariato con i Paesi Mediterranei, al fine di creare opportunità economiche attraverso lo sviluppo locale delle destinazioni con siti Unesco e realizzare forme innovative di valorizzazione. Tra gli eventi del ventennale anche il “gioco” come dimensione inedita e informale di esperienza del Patrimonio. Ci si concentrerà sul rapporto fra archeologia, turismo e videogame e sui suoi risvolti sociali, educativi e culturali. Il videogame è oggi al centro dell'attenzione e assume un'identità culturale, ma questo percorso nasce da lontano, attraverso i molteplici tentativi con cui, negli ultimi quindici anni, si sono tentati approcci coinvolgenti alla cultura storica. La mostra ripercorrerà anche questo processo con una rassegna sull'evoluzione delle applicazioni di intrattenimento legate al patrimonio, fotografate proprio nell'ambito dell'osservatorio di Archeovirtual, per poi dare una visione delle prospettive future.

Eduardo Cagnazzi

Tags:
renzi bmta paestumpaestum borsa turismo archeologicorenzi borsa turismo archeologico
in evidenza
"Governo ma non troppo..." Crozza imita Speranza. VIDEO

Spettacoli

"Governo ma non troppo..."
Crozza imita Speranza. VIDEO

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
La nuova Peugeot 308 diventa premium

La nuova Peugeot 308 diventa premium


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.