A- A+
Culture
Retrospettiva: a Positano gli scatti del fotoreporter Massimo Capodanno
Courtesy of Archivio Massimo Capodanno

Retrospettiva, Massimo Capodanno: mezzo secolo d'Italia raccontato nella mostra dedicata al fotoreporter 

Sarà inaugurata il prossimo 15 aprile la mostra 'Retrospettiva. Massimo Capodanno'.
L'esposizione, ideata dall'artista scomparso lo scorso anno, riunisce oltre 50 scatti fotografici realizzati nel corso della sua vita, mescolando le migliori immagini del fotoreporter dell'ANSA con quelle realizzate nella sua vita privata. Il progetto, realizzato con il Patrocinio culturale del Comune di Positano, vuole rendere omaggio alla grande passione che legava Massimo Capodanno alla fotografia e far conoscere al pubblico il suo grande lavoro. Sullo sfondo il legame indissolubile con la macchina fotografica, compagna di viaggio senza tempo, e Positano, città di adozione dove ha vissuto fino al suo ultimo giorno. Un lungo viaggio riassunto in questa mostra che racconta la storia e i costumi di un'epoca sulle note delle sue immagini.

Approdato alla fotografia alla fine degli anni Sessanta, Massimo Capodanno, con le sue istantanee ha raccontato mezzo secolo d'Italia e dei suoi cambiamenti, mettendo al centro dell'obiettivo la persona: la violenza degli anni di piombo, le personalità della Democrazia Cristiana e del Partito Comunista, le tragedie che hanno sconvolto il Paese, senza dimenticare i presidenti della Repubblica ei papi che si sono succeduti. Numerose le missioni all'estero in cui ha partecipato come inviato. Oltre ai grandi eventi della società, si è dedicato alle storie di persone, raccontando vizi e virtù di un Paese in cambiamento. Tra gli scatti che hanno lasciato il segno il cadavere che galleggia nelle acque di Ustica, dopo la tragica strage del 1980.

"Poter ricordare Massimo in poche righe è del tutto riduttivo e nessuna parola potrebbe mai essere esaustivo per descrivere la professionalità di un grande giornalista che ha dedicato la sua vita al lavoro con spirito di innovazione", ha commentato Giuseppe Guida, Sindaco di Positano. "Massimo ha raccontato Positano sotto varie sfaccettature, abbracciando ogni singolo avvenimento. Costante il suo impegno e la sua dedizione al mondo della fotografia, immutabile il suo amore verso l'intero paese. Grazie Massimo per tutto ciò che hai creato, perché ogni tuo scatto rappresentava per noi una vera creazione d'arte".

"Siamo onorati quest'anno di poter inaugurare la rassegna artistico-culturale "Positano... in Mostro con una collezione di scatti di Massimo Capodanno che senza dubbio ha rappresentato per Positano un protagonista dell'arte fotografica", ha sottolineato Giuseppe Vespoli, Consigliere del Comune di Positano, delegato Turismo, Manifestazioni e Cultura. "Accogliamo dunque con particolare entusiasmo e forte emozione questo raccolta di immagini, ognuna delle quali racchiude in sé la particolare caratteristica dell'occhio puntuale e minuzioso di Massimo che, per ogni singolo scatto, riservava la più totale attenzione professionale. Un Amico, una persona stimata, un ricordo fisso per tutta la nostra comunità".

"Sempre sul posto al momento giusto, sempre davanti in prima fila a raccontare giorno dopo giorno la storia degli anni di piombo, delle stragi, del compromesso storico, di politici e presidenti", ricorda Luigi Contu, Direttore dell'Agenzia ANSA, dove Massimo Capodanno ha lavorato per oltre trent'anni. "C'è la storia del nostro Paese nelle immagini scattate: con le sue mille contraddizioni. In quegli anni Massimo fu testimone di tutto questo senza mai tralasciare il suo grande amore per l'arte che emerge con forza e malinconia negli scatti dedicati al grandi protagonisti del cinema e della televisione: Mastroianni, De Filippo, Gassman, Corrado, Raffaella Carrà, Morandi, Modugno, Melato, Zanicchi e tanti altri. Una vita da combattente del giornalismo ma anche da artista di grande sensibilità, come ci raccontano le emozionanti immagini scattate nella sua adorata Positano".

La mostra sarà accompagnata dalla pubblicazione del libro RETROSPETTIVA. Massimo Capodanno, curata da NERO Editions (n. 160 pagine) che raccoglie circa 150 immagini dal 1969 ai giorni nostri. L'opening si terrà sabato 15 aprile alle ore 18:00 presso l'Ufficio del Turismo Luca Vespoli' in Via Regina Giovanna, 13 a Positano (SA). La mostra sarà aperta al pubblico fino al 18 maggio.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
massimo capodanno ansamassimo capodanno fotografiamassimo capodanno mostramassimo capodanno positanomassimo capodanno retrospettiva





in evidenza
Caso gioielli, Scotti punge Fagnani: “Belva addomesticata? Devi fare i nomi”

La conduttrice vs Striscia la Notizia

Caso gioielli, Scotti punge Fagnani: “Belva addomesticata? Devi fare i nomi”


in vetrina
Affari in Rete

Affari in Rete


motori
Lamborghini Urus SE: l'icona dei super SUV diventa ibrida

Lamborghini Urus SE: l'icona dei super SUV diventa ibrida

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.