A- A+
Economia
Abi, Patuelli: "Rischi sistemici scongiurati.Crisi, far pagare i responsabili"

"Avvertiamo un'aria parzialmente nuova e più costruttiva nell'Europa bancaria". Apre così l'assemblea dell'Abi il presidente, Antonio Patuelli, aggiungendo che "sui crediti deteriorati vi sono meno dogmi e piu' pragmatiche linee guida, si discute apertamente di ipotesi di bad bank anche europea". Secondo Patuelli "si nota più ragionevolezza nel riconoscere le complessità di regole uguali per tutti in presenza di Costituzioni diverse, che nazionalmente prevalgono, in attesa di una esplicita, certa e chiara Costituzione Europea che garantisca piu' certezza del diritto, con una gerarchia complessiva delle fonti del diritto fra Unione Europea e Stati nazionali, per garantire unita' e pluralismo".

Il presidente dell'Abi ha poi sottolineato che "i recenti provvedimenti governativi, in coordinamento con le Autorita' europee, hanno eliminato i rischi sistemici dal mondo bancario italiano. Con la legge italiana per i salvataggi di banche in crisi e per la tutela dei risparmiatori e con le norme ad essa conseguenti si e' intrapresa una svolta rispetto alle risoluzioni, per la stabilita' delle banche e la fiducia verso il risparmio investito nel mondo bancario e produttivo, con interventi pubblici complessivamente molto piu' limitati di quelli effettuati in altri paesi europei".

"Per voltare definitivamente pagina con la crisi occorre fare piena luce su tutti gli aspetti meritevoli di inchieste", ha proseguito Patuelli, esprimendo "indignazione per diversi elementi emersi sulle banche che sono andate in crisi. Attendiamo gli esiti dei processi verso ogni tipologia di esponenti aziendali e verso le possibili connivenze con clienti. Debbono essere tempestivamente accertati e perseguiti tutti i responsabili delle crisi bancarie, senza clima da 'caccia alle streghe'".

Patuelli ha poi parlato delle aggregazioni nel settore bancario italiano, che "porteranno, a inizio 2018, a un numero molto basso, in assoluto e rispetto alle medie europee, di circa 115 gruppi bancari e banche singole indipendenti, oltre alle succursali di banche estere". "Attenzione, pero', a non estremizzare -ha avvertito Patuelli- Non deve essere compressa l'indispensabile concorrenza nei mercati locali in un contesto dove il 95% delle imprese ha meno di dieci dipendenti. Le aggregazioni potranno servire per prevenire altre eventuali crisi bancarie", ha concluso.

Tags:
abiantonio patuelliassemblea abi
Loading...
Loading...

i più visti

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Nuovo Jeep Gladiator: il ritorno nel segmento dei pick-up

Nuovo Jeep Gladiator: il ritorno nel segmento dei pick-up


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.