A- A+
Economia
Argentina, l’inflazione spaventa: stop all’export di carne per un mese
IPA

Paura inflazione in Argentina: il paese sospende l'export di carne bovina per un mese nel tentativo di contenere l’impennata dei prezzi sul suo mercato interno, rivela il governo di Buenos Aires. Secondo le cifre fornite dall'Ocse, gli argentini hanno consumato 38 chilogrammi di carne bovina a persona nel 2019, rendendoli i più grandi mangiatori del mondo, davanti agli americani che si collocano al secondo posto, con 26 chilogrammi a testa.  

Ma gli argentini stanno anche affrontando uno dei tassi d'inflazione più alti del mondo. Ad aprile, secondo i dati dell'istituto di statistica Idec, i prezzi sono aumentati del 4,1%. E il costo della vita nel paese è aumentato del 46,3% negli ultimi 12 mesi.

"Visto l'aumento sostenuto del prezzo della carne bovina sul mercato interno, il governo ha deciso di attuare una serie di misure per regolare il settore", ha detto il presidente di centro-sinistra Alberto Fernandez. "Durante l'attuazione di queste misure, le esportazioni di carne bovina sono limitate per 30 giorni", ha spiegato Fernandez. Le eccezioni saranno permesse solo per le esportazioni estere già in corso. La decisione è stata presa in attesa di una "serie di misure volte a mettere ordine nel funzionamento del settore, limitare le pratiche speculative ed evitare l'evasione fiscale", ha detto la presidenza.    

L'Argentina è il quarto esportatore mondiale di carne bovina, dietro a Brasile, Australia e India. Il paese ha venduto 3,37 miliardi di dollari di prodotti bovini all'estero nel 2020, principalmente in Cina, Germania e Israele.Domenica scorsa, Fernandez ha detto di essere "preoccupato" per l'aumento dei prezzi degli alimenti, che ha raggiunto il 65,3% nell'aprile 2021 rispetto allo stesso mese del 2020. A suo giudizio, sono rincari "inspiegabili".

Questo perché solo "una briciola di 8.000 tonnellate di carne bovina" delle 200.000 tonnellate consumate ogni mese nel paese beneficiano di prezzi ridotti in base a un accordo con i supermercati.I produttori di carne argentini hanno duramente criticato il blocco delle vendite all'estero, nonostante il fatto che le esportazioni di prodotti agricoli sono la principale fonte di valuta estera del paese.    

"Ci riuniremo immediatamente per esprimere il nostro dissenso totale", ha detto Daniel Peregrina, presidente della Società Rurale Argentina, che riunisce i principali produttori. "Il danno che verrà causato sarà che ridurrà l'offerta di carne, e la qual cosa finirà per far salire i prezzi come è successo in passato", ha aggiunto.    "Bloccare le esportazioni di carne è un errore. Un passo indietro per lo sviluppo e la crescita del bestiame", ha twittato l'organizzazione Argentine Rural Confederations (CRA). Colpita dalla pandemia Covid-19, l'economia argentina si è contratta del 9,9% nel 2020, e circa il 42% della popolazione vive in povertà.    

Il governo ha lanciato un grande programma di aiuti economici, che comporta una grande emissione di valuta. Ufficialmente, l'obiettivo di inflazione per quest'anno è del 29%.

Commenti
    Tags:
    argentina inflazione carneargentina inflazione carne exportcarne export inflazione
    S
    i più visti
    in evidenza
    Dazn spegne i rumors sulla Leotta E' confermata sulla Serie A . Le foto

    Sport

    Dazn spegne i rumors sulla Leotta
    E' confermata sulla Serie A. Le foto


    casa, immobiliare
    motori
    Andrea Vesco e Fabio Salvinelli vincono la 1000 Miglia 2021

    Andrea Vesco e Fabio Salvinelli vincono la 1000 Miglia 2021

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.