A- A+
Economia
Avio, ricavi netti a 368,7 mln di euro nel 2019

I risultati al 31 dicembre 2019 di Avio.

Avio, la società attiva nel settore aerospaziale quotata al segmento STAR di Borsa Italiana, ha chiuso il 2019 con ricavi netti pari a 368,7 milioni di euro, in calo del 5% rispetto all’esercizio precedente e leggermente inferiori a quanto previsto dalla guidance per il 2019 pari a 380-405 milioni di euro. La diminuzione dei ricavi è principalmente legata al rallentamento di alcune attività di produzione e sviluppo in conseguenza della failure di Vega verificatasi a luglio 2019.

L’ebitda reported, pari a 42,6 milioni di euro, è stabile rispetto all’esercizio precedente ed in linea con la guidance per il 2019 (pari a 42-44 milioni di euro), per effetto della riduzione dei contributi fiscali per attività di Ricerca e Sviluppo, in parte compensati da alcuni contributi positivi connessi alle revisioni prezzo di contratti commerciali e dalla riduzione dei costi non ricorrenti.

In crescita l’utile netto pari a 27 milioni di euro (+5% rispetto ai 25,8 milioni di euro del 2018) grazie anche alla contribuzione finanziaria (contributo positivo all’utile per 0,5 milioni di euro rispetto a -0,7 milioni di euro del 2018), dovuta principalmente a proventi finanziari da rimborsi di crediti fiscali.

Migliora la posizione finanziaria netta a +57,9 milioni di euro (+18% rispetto ai 49,1 milioni al 31 dicembre 2018) grazie all’apporto di cassa conseguente al miglioramento della performance operativa, al contributo dei crediti di imposta per attività di Ricerca e Sviluppo e per incasso di pregressi crediti IVA, nonostante l’aumento degli investimenti (28,6 milioni di euro rispetto a 22,9 milioni di Euro del 2018).

Avio ha comunicato, inoltre, il pagamento dei dividendi nel mese di maggio 2019 nella misura di 0,44 euro ad azione (circa 11,6 milioni complessivi) e le operazioni di acquisto di azioni proprie per circa 2,7 milioni di euro al 31 dicembre 2019.

Il CdA di Avio, considerando l’attuale imprevedibilità dei potenziali effetti economico-finanziari legati alla diffusione del Coronavirus, ha deciso di proporre alla prossima Assemblea degli Azionisti del 6 maggio p.v. la destinazione integrale dell’utile d’esercizio 2019 a riserva utili portati a nuovo. 

Riguardo all'evoluzione della situazione, Avio non esclude un possibile effetto negativo nel breve termine in termini di parziale rallentamento nello svolgimento delle attività, anche a causa delle misure contenitive e restrittive adottate o in fase di adozione dalle diverse autorità governative in Europa e nel resto del mondo (in particolare per il fermo della base di lancio a Kourou). La Società, stando a quanto riporta una nota ufficiale, sta già adottando azioni e misure operative ed economico-finanziarie volte a mitigare l’impatto di tale scenario nel breve e medio periodo. 

Per tali ragioni, il CdA non ha fornito una guidance quantitativa per il 2020.

La società ha inoltre reso noto di aver donato 500,000 euro a favore dell’Ospedale di Kourou (in Guyana Francese) e alla Protezione Civile di Colleferro, città in cui la società ha la propria sede, al fine di aiutare a contrastare l’emergenza Coronavirus.

Avio, le dichiarazioni dell'AD Giulio Ranzo

“Il 2019 ha consolidato ulteriormente un trend pluriennale di crescita di utili e cassa malgrado le difficoltà conseguenti alla failure di un volo Vega occorsa nel mese di luglio scorso", ha dichiarato l’Amministratore Delegato di Avio, Giulio Ranzo. "In parallelo, Avio ha proseguito importanti investimenti in tecnologia e nuovi prodotti mantenendo una robusta posizione finanziaria, che permette di guardare con fiducia ai prossimi 4-5 anni nei quali lavoreremo a nuovi progetti per Vega C, Vega E e Space Rider recentemente finanziati alla Conferenza Ministeriale ESA di Siviglia.”

“La diffusione del virus Covid-19 è un’emergenza globale la cui durata e i cui effetti sull’economia non sono ancora in questo momento completamente prevedibili", ha aggiunto Ranzo. "Per tali ragioni, con il Consiglio di Amministrazione, abbiamo deciso per il momento di non distribuire dividendi e di non pagare i bonus pluriennali al Management, al fine di proteggere il più possibile la posizione finanziaria della società.  La situazione specifica e le prospettive, anche in relazione a future distribuzioni di dividendi, saranno rianalizzate in occasione della chiusura della semestrale quando gli impatti globali dell’emergenza saranno più chiari. Nel frattempo la priorità di gestione rimane quella di garantire alla Società sostenibilità di lungo termine, proteggendo la disponibilità finanziaria per continuare a investire e prepararsi al futuro con nuove tecnologie e prodotti".

Loading...
Commenti
    Tags:
    aviorisultati avio 2019
    Loading...
    i più visti
    in evidenza
    Clicca qui e manda il tuo meme a mandalatuafoto@affaritaliani.it
    Salvini: chiese aperte per Pasqua Da sola la scienza non basta

    Coronavirus vissuto con ironia

    Salvini: chiese aperte per Pasqua
    Da sola la scienza non basta


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    5 diverse tipologie di propulsione per la nuova Seat Leon

    5 diverse tipologie di propulsione per la nuova Seat Leon

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.