A- A+
Economia
Il Pil italiano affonda le borse. Risale lo spread

Le borse europee chiudono in calo con Milano, maglia nera, che sconta il ritorno dell'Italia in recessione. Londra cede lo 0,69% a 6.636,16 punti, Parigi lo 0,61% a 4.207,14 punti, Francoforte lo 0,65% a 9.130,04 punti. Giu' Milano che chiude a -2,7% e Madrid a -1,04%. Spread Btp-Bund a 170 punti, massimo da un mese.

MILANO PESANTE - Chiude in forte calo la Borsa di Milano nel giorno della diffusione dato Istat sul Pil del secondo trimestre, che ha sancito la recessione tecnica per l'Italia. Il Ftse Mib, arrivato a cedere oltre il 3%, termina la seduta perdendo il 2,70% a 19.509 punti, mentre l'All Share cede il 2,62% a 20.705 punti. Milano e' la maglia nera in un'Europa tutta negativa per i timori scatenati dalla crisi Russia-Ucraina. Sul listino, ko le banche e Fiat.

Ammonta a 12,86 miliardi di euro il conto pagato dal mercato nel giorno della diffusione del dato Istat sul Pil italiano del secondo trimestre del 2014, sceso dello 0,2%. Con un calo del 2,62% dell'All Share, piazza Affari vede ridurre la sua capitalizzazione da 484 miliardi di euro a poco piu' di 471 miliardi. L'indice che ingloba tutti i titoli della Borsa italiana e' sceso in chiusura sotto i 21 mila punti (a 20.705 punti) per la prima volta dall'inizio di febbraio. Chiusura sotto i 20mila punti, invece, per il Ftse Mib, che racchiude le maggiori quotate: e' la prima volta dal 3 marzo scorso.

Tags:
borsepiazza affariwall streetnikkeispread
i più visti
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane


casa, immobiliare
motori
Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina

Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.