A- A+
Economia
Carige,banchieri sempre più freddi. Per il salvataggio modello Vicenza. Rumors


A quanto ammonterebbe e in cosa consisterebbe tale “dote” non è dato al momento sapere ma non è così difficile immaginarlo. Da una parte gli asset a rischio di Carige potrebbero essere rilevati da Sga, che ha già formulato un’offerta per un portafoglio di 1,9 miliardi di Npe, le cui dimensioni potrebbero crescere ulteriormente. Dall’altra il governo potrebbe concedere “qualcosa per venire incontro alle esigenze di Banca Carige” come ha confermato il relatore della Lega per il Dl Crescita, Giulio Centemero.

Carige
 

Centemero ha precisato peraltro che l’intervento non riguarderebbe le Dta (tasse differite), per le quali si era parlato di una possibile trasformazione in crediti d’imposta (immediatamente “spendibili” fiscalmente), perché anche se in merito “la trattativa con Bruxelles è ancora aperta” in ogni caso non riguarderebbe “banche con asset pari a quelli di Carige” e neppure “aree geografiche diverse da quelle obiettivo uno” (in cui il Pil procapite è inferiore al 75% della media Ue, ndr), che in Italia sono tutte nel Mezzogiorno.

Semmai potrebbe tradursi in una proroga della scadenza della garanzia pubblica (Gacs) concessa sull’emissione di bond fino a 3 miliardi di euro (2 milairdi già emessi) da parte di Carige, che potrebbe essere portata dal 30 giugno al 31 dicembre 2019, così da scavalcare la scadenza (30 settembre) entro cui i commissari dovrebbero presentare la richiesta di ricapitalizzazione precauzionale al Tesoro se ogni tentativo dovesse fallire. Basterà per suscitare l’interesse di qualche banca e ottenere il via libera di Malacalza e degli altri soci attuali? 

Luca Spoldi

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    banca carigebpmubibancherisiko bancario
    i più visti
    in evidenza
    E-Distribuzione celebra Dante Il Paradiso sulle cabine elettriche

    Corporate - Il giornale delle imprese

    E-Distribuzione celebra Dante
    Il Paradiso sulle cabine elettriche


    casa, immobiliare
    motori
    Riflettori accesi sull'edizione 2021 di Auto e Moto d’Epoca

    Riflettori accesi sull'edizione 2021 di Auto e Moto d’Epoca

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.