A- A+
Economia
Coronavirus.100000 milioni di dollari del FMI per le economie del mondo

‘Il mondo si sta confrontando con una crisi mai avuta, una crisi che ha alterato l’ordine economico e sociale con la velocità di un fulmine. Un qualcosa che non si vedeva dalla Grande Depressione del 1930’ così ha dichiarato Kristalina Georgieva, direttore del Fondo Monetario Internazionale.

’Soltanto qualche mese fa- ha aggiunto la Georgieva-il FMI pronosticava un trend positivo di crescita del prodotto pro capite per 160 dei 189 paesi membri. Oggi invece la situazione si è totalmente capovolta e pensiamo che oltre 170 Paesi avranno una decrescita’.

Il FMI pronto a sostenere le economie colpite dal Coronavirus

Il FMI prevede che, nella situazione di estrema incertezza di questi tempi riguardo alla profondità e soprattutto alla durata della crisi, il 2020 avrà un trend economico fortemente negativo con conseguenze mai vissute dal 1930.

E questa triste previsione, sempre secondo il Direttore del FMI, toccherà sia le economie dei paesi industrializzati sia quelle dei paesi in via di sviluppo. Però la crisi da Coronavirus colpirà maggiormente i paesi più vulnerabili sia dal punto di vista economico che da quello sanitario.

‘I mercati emergenti-ha sottolineato il direttore-con salari bassi come Africa, America Latina e buona parte dell’Asia sono ad alto rischio.Avranno bisogno di finanziamenti esterni di bilioni di dollari. E le necessità sono assolutamente urgenti’.

Al momento i Paesi industrializzati hanno lanciato pacchetti di sostegno all’economia di circa 8 bilioni di dollari.

Il FMI pronto a sostenere le economie colpite dal Coronavirus

Da questo momento, secondo il FMI, le priorità sono quattro.

La prima è quella di contenere il virus e appoggiare appieno i sistemi sanitari. Il secondo aiutare le persone colpite con misure fiscali e finanziarie.Il terzo ridurre gli stress dei sistemi finanziari ed evitare il contagio degli stessi. Il quarto, mentre si continua a contenere la pandemia, occorre pensare alla fase di recupero.

Se la pandemia si riduce e viene contenuta entro la metà del 2020, si potrà prevedere un parziale recupero nel 2021. Pero’ tutto questo, ha confermato l’economista del FMI, dovrà fare i conti con l’incertezza soprattutto sulla durata della pandemia.

'Questi sono i tempi-ha concluso la Georgieva- per i quali è stato creato il Fondo Monetario Internazionale. Possiamo mettere a disposizione dei nostri membri un potenziale di bilioni di dollari di prestiti. Inoltre abbiamo duplicato i nostri fondi dedicati all’emergenza per soddisfare le richieste fatte da oltre 90 Paesi e siamo ora pronti con 100000 milioni di dollari.

Insomma il FMI, che organizzerà la sua riunione di primavera in maniera virtuale, è pronto a sostenere le economie dei Paesi con velocità, per far partire presto la ripresa mondiale.

  

 

 

 

 

Loading...
Commenti
    Tags:
    coronavirusfmimilioni di dollari
    Loading...
    i più visti

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Opel Grandland X, nuovi allestimenti per il MY 2021

    Opel Grandland X, nuovi allestimenti per il MY 2021

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.