A- A+
Economia

 

 

Guardia di Finanza1

Ha reso molto meno, dalla teoria alla pratica, la lotta all'evasione negli ultimi tredici anni circa. Dal 2000 al 30 aprile scorso, i carichi a ruolo sono ammontati a 807,7 miliardi di euro. Le riscossioni effettive ricavate da quest'enorme importo sono state pero' pari appena a 69,1 mld. E' quanto emerge dai dati consegnati alla Commissione Finanze della Camera dal Ministero dell'Economia.

Tolti, dalla cifra complessiva, 193,1 mld di "carico sgravato totale", resta ancora da riscuotere un residuo di 545,5 mld. Si tratta, pero', anche in questo caso di un importo che esiste sulla carta. Dall'importo bisogna difatti detrarre, si rileva dalla tabella fornita dal Ministero, una consistente quota pari a 107,2 mld relativa a soggetti gia' falliti, quindi impossibilitati a pagare.

A questa si aggiungono 20,8 mld di "sospesi", sono infine, in rateazione, 18,6 mld di euro. Quanto, in sostanza, e' stato riscosso da Equitalia negli anni trascorsi? Il dato tende "strutturalmente ad attestarsi intorno al 20%", ha spiegato il vice ministro dell'Economia, Lugi Casero. "In ogni caso, al 31 dicembre 2012, oltre l'80% del carico residuo era riferibile a debitori iscritti a ruolo per importi complessivamente pari o superiori a 500.000 euro (121.409 soggetti per un carico netto residuo da riscuotere pari a 452 miliardi di euro).

Tags:
fiscoevasionetasse
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo protagonista della 39esima edizione storica della “1000 Miglia”

Alfa Romeo protagonista della 39esima edizione storica della “1000 Miglia”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.