A- A+
Economia
Gedi, cambio al vertice: Mondardini vice presidente, Cioli ad

Passa la mano l'amministratore delegato del gruppo, Monica Mondardini. "Dopo nove anni ho deciso di passare gestione a un nuovo amministratore", ha spiegato all'assemblea dei soci di Gedi, alla quale si è presentato il 65,65% del capitale sociale.

"Resto coinvolta - ha sottolineato Mondardini - nel futuro di Gedi nella mia qualità di amministratore delegato di Cir e consigliere della società. Sono stati anni molto impegnativi, per le sfide che il settore ha affrontato e dovrà continuare ad affrontare. Gedi ha saputo anticipare le evoluzioni e reagire nel modo più opportuno: è l'unico gruppo che ha registrato sempre risultati economici positivi, dal 2008 al 2016 ha azzerato il proprio debito, che ammontava allora a 280 milioni di euro, ha investito nel digitale, in cui è pioniere e leader, ha realizzato la prima grande operazione di aggregazione editoriale nell'ultimo decennio".

Il presidente di Gedi, Marco De Benedetti, ha annunciato l'indicazione di Laura Cioli quale nuovo amministratore delegato del gruppo editoriale. "Ringrazio Monica Mondardini - ha detto De Benedetti in assemblea - per l'eccellente lavoro svolto in questi lunghi anni, ricchi di successi e risultati, ottenuti nonostante un contesto di mercato estremamente difficile. Credo che Monica verrà ricordata per aver saputo portare avanti un processo di forte razionalizzazione creando nel contempo le basi per assicurare al gruppo sviluppo e leadership nelle sue nuove sfide nell'editoria italiana. Comprendo la sua scelta e so di poter continuare a contare su di lei, anche se con un ruolo diverso. Proporrò al consiglio, che a breve si riunirà, di nominarla vicepresidente insieme a John Elkann. Proporrò inoltre - ha proseguito - come amministratore delegato Laura Cioli, che avrà nella mia persona e in tutto il consiglio di amministrazione il supporto necessario per svolgere nel migliore dei modi il suo incarico".

De Benedetti sul titolo in Borsa. "Sono convinto che l'attuale quotazione non corrisponda al valore intrinseco" della società, precisando che "siamo i primi a esserne preoccupati". La definizione del contenzioso con fisco del gruppo Espresso risalente al 1991, con la conseguente perdita nel bilancio del 2017 chiuso con 123 milioni di rosso, è tra i fattori che hanno inciso sul titolo, come ha chiarito De Benedetti.

Tags:
gedimondardiniciolimarco de benedetti
Loading...
in vetrina
Grande Fratello Vip 5: DAYANE MELLO SENZA REGGISENO RIPRESA PER SBAGLIO. Gf Vip 5 news

Grande Fratello Vip 5: DAYANE MELLO SENZA REGGISENO RIPRESA PER SBAGLIO. Gf Vip 5 news

i più visti
in evidenza
L'ironia del web colpisce ancora Stavolta nel mirino c'è Di Maio

Costume

L'ironia del web colpisce ancora
Stavolta nel mirino c'è Di Maio


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Ford Mustang Mach-E GT, mostra il vero potenziale di un propulsore elettrico

Ford Mustang Mach-E GT, mostra il vero potenziale di un propulsore elettrico


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.