A- A+
Economia
La coppia Narducci-Dragoni di nuovo in Borsa: oggi il debutto di AMM sull’AIM

Oggi Borsa Italiana ha dato il benvenuto su AIM Italia ad AMM, azienda attiva nel mobile marketing e nel web advertising, che offre alla clientela B2B servizi di messaggistica istantanea, Chat Box e pubblicità on-line. Con AMM sale a 115 il numero delle aziende quotate sul mercato AIM di Borsa Italiana dedicato alle piccole e medie imprese.

Leader sul mercato italiano del web marketing, AMM è stata fondata nel 2008 da Aruba, come ricordano le iniziali dell’acronimo di Aruba Media Marketing. Ceduta nel 2013 AMM ha poi fatto parte del gruppo MOBYT sempre sotto la direzione dei due manager che oggi portano AMM in Borsa, ossia Omero Narducci e Riccardo Dragoni.
Motivo dell’operazione – che in fase di collocamento ha raccolto 2,8 milioni di Euro con un flottante al momento dell’ammissione del 13,62% e una capitalizzazione pari a circa 5,4 milioni di Euro – l’aumento di capitale in vista di una crescita dimensionale che Narducci e Dragoni si augurano sarà seguita da maggiore competitività.

VIDEO - AMM debutta su AIM di Borsa Italiana: suonano la campanella Narducci e Dragoni

La quotazione di AMM in Borsa Italiana va a ingrossare le fila delle società digital che hanno scelto di affidarsi all’AIM per lo sviluppo del business, come ha ricordato in occasione dell’inizio delle negoziazioni Barbara Lunghi, Responsabile Primary Markets di Borsa Italiana: “Sempre più società attive nel settore della tecnologia e dell’innovazione, come AMM, decidono di usare lo strumento della quotazione quale mezzo in grado di accelerare il proprio percorso di crescita. L’accesso ai mercati dei capitali permetterà ad AMM di portare a termine nuove acquisizioni e di consolidare il proprio posizionamento nel mobile marketing e web advertising”.

“Con AMM che debutta su AIM Italia”, ha aggiunto Fabio Brigante, Head of Italy Mid&Small Caps Origination di Borsa Italiana, ai microfoni di Affaritaliani.it, “arriviamo a 115 società quotate sull’AIM e a 15 società digital che hanno scelto questo mercato con l’obiettivo di ottenere capitali per lo sviluppo del business attraverso crescita dimensionale, aggregazione di nuove realtà ed espansione all’estero”. “Dall’inizio dell’anno”, ha continuato Brigante, “sono state 9 le società sbarcate su AIM, un track record interessante rispetto agli scorsi anni. Ci aspettiamo che la quotazione di oggi possa supportare altre società a valutare il mercato dei capitali. Soprattutto realtà del segmento digital, settore oggi estremamente frammentato con realtà che hanno bisogno di campioni come AMM che hanno voglia di aggregare e possono contare su forte esperienza e un management affermato”.

VIDEO - Brigante, Borsa Italiana: "Il Digital sceglie AIM per crescere e competere"

“Con la quotazione”, ha dichiarato ad Affaritaliani.it Omero Narducci, Presidente e Co-Ceo di AMM, “inizia l’avventura di un’azienda che ha le dimensioni per competere in un segmento di mercato dove è già leader. Con la quotazione siamo pronti a competere ulteriormente, implementando il numero dei clienti, grazie all’acquisizione di nuove aziende e prendendo quote di mercato”.

VIDEO - Narducci, AMM: " Ci quotiamo all'AIM per competere nel web marketing"

“Oggi abbiamo più esperienza rispetto alla prima volta che con Narducci abbiamo deciso di quotarci”, ha commentato ad Affaritaliani.it Riccardo Dragoni, Ceo di AMM, “questo grazie ai risultati raggiunti nel frattempo in termini di crescita di fatturato e quote di mercato. L’iter che ci ha portato qui oggi è stato abbastanza rapido, così come altrettanto rapida ci aspettiamo che sia la crescita dell’azienda. Abbiamo scelto la Borsa di Milano perché lavoriamo con il mercato italiano e crediamo molto in esso. Ci sono aziende che hanno necessità dei nostri servizi per comunicare con i propri clienti. L’AIM consente una quotazione più snella, adatta ad aziende come la nostra per le quali è un buon trampolino di lancio in vista, ci auguriamo, di sbarcare sullo STAR o su altri mercati”.

VIDEO - Dragoni, AMM: "Con l'AIM ci aspettiamo di crescere nel mercato italiano"

Nel processo di quotazione AMM è stata assistita da Banca Finnat in qualità di Nominated Advisor, Global Coordinator e Specialist dell’operazione. Ad Affaritaliani.it Alberto Alfiero, Vicedirettore Generale di Banca Finnat, ha fatto sapere: “AMM ci è sembrata una società molto interessante che può avere ottimi sviluppi, per questo abbiamo iniziato con loro questa avventura, prima IPO del 2019 per la Banca. In questa operazione abbiamo assistito a tutto tondo la società in qualità di nomad, nella fase di ammissione alla quotazione e da oggi in avanti, ma anche come global coordinator dell’IPO. Li assistiamo anche come specialist e assicureremo il coverage con i nostri analisti e sales”.

VIDEO - Alfiero, Banca Finnat: "Come nomad abbiamo scelto AMM perché caso di successo"

Commenti
    Tags:
    coppia narducci-dragoniborsa italianalondon stock exchangedebutto amm su aimaim italiaquotazione pmiweb marketing ammbanca finnat nomad per ammipo banca finnat
    Loading...
    i più visti
    in evidenza
    Clicca qui e manda il tuo meme a mandalatuafoto@affaritaliani.it
    Camici Armani e mascherine Gucci Forniture italiane uniche al mondo

    Il coronavirus vissuto con ironia

    Camici Armani e mascherine Gucci
    Forniture italiane uniche al mondo


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Si ispira ad Avatar l’auto del futuro secondo Mercedes

    Si ispira ad Avatar l’auto del futuro secondo Mercedes

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.