Per segnalazioni: corporate@affaritaliani.it
A- A+
Corporate - Il giornale delle imprese
Poste Italiane, il Codirettore Lasco commenta il progetto Polis

Poste Italiane: l'intervista del Codirettore Generale Giuseppe Lasco al TGPoste

Poste Italiane rafforza la sua vocazione di azienda di sistema e la realizzazione di Polis in 7.000 piccoli Comuni ne conferma il ruolo di infrastruttura insostituibile per il Paese. A due giorni dalla presentazione del progetto Polis, alla presenza delle massime cariche dello Stato, tra i quali il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il Presidente del Senato Ignazio La Russa, il Presidente del Consiglio Giorgia Meloni e dieci Ministri, oltre a 5.000 Sindaci dei Comuni con meno di 15.000 abitanti destinatari dell’iniziativa, il Condirettore Generale Giuseppe Lasco ha tracciato un primo bilancio dell’attività messa in campo da Poste Italiane.

In un’intervista al TGPoste, Lasco ha spiegato: “I nostri servizi hanno una funzione sociale e vogliamo essere presenti in ogni angolo dell’Italia. Siamo un’azienda di mercato, ma abbiamo la capacità e la forza di lavorare per il sistema Paese. La presenza delle più alte cariche dello Stato è la conferma di ciò che sto dicendo. Con Polis abbiamo mantenuto una promessa che abbiamo fatto quattro anni fa, quando abbiamo deciso di non abbandonare ma di investire sui centri più piccoli. Polis è la continuità della relazione che ci lega allo Stato. Abbiamo uffici postali anche in comuni con 40 abitanti. Dove il sistema finanziario va verso le grandi città, noi rimaniamo nei piccoli centri come avamposto dello Stato con la voglia di continuare a essere presenti”.

Il Progetto Polis porterà in 7.000 uffici postali dei comuni con meno di 15.000 abitanti uno Sportello Unico che renderà semplice e veloce l’accesso ai servizi della Pubblica Amministrazione su tutto il territorio nazionale. “I primi 40 uffici Polis sono già stati realizzati a tempo di record”, ha commentato il Codirettore Lasco. “Il personale è pronto. Negli ultimi anni abbiamo assunto 25.000 nuovi ragazzi e ragazze mettendo in atto un grande ricambio generazionale. Ogni anno eroghiamo 5 milioni di ore di formazione, e quest’anno abbiamo previsto un 20% in più per i colleghi degli uffici postali. Il Progetto Polis integra il processo di transizione digitale che stiamo portando avanti”.

L'intervista a Giuseppe Lasco, Codirettore Generale di Poste Italiane, per il TGPoste

 

 

Iscriviti alla newsletter




Gli Scatti d’Affari

Intesa Sanpaolo presenta il 105esimo rapporto sui settori industriali

Gli Scatti d’Affari

Affaritaliani.it, concluso il V Meeting del Made in Italy organizzato da AEPI

Gli Scatti d’Affari

Grandi Stazioni Retail, Milano Centrale: Welcage sold out nella prima giornata

Gli Scatti d’Affari

Eni, presentato il report sugli obiettivi di sostenibilità raggiunti nel 2023

Gli Scatti d’Affari

Illimity: nasce Pehi, la rete per i pagamenti alla PA tramite vending machine

Gli Scatti d’Affari

Intesa Sanpaolo e Fincantieri sostengono la energy transition nei trasporti

Gli Scatti d’Affari

Bauli, inaugurata a Milano la pasticceria "Minuto Bauli"

Gli Scatti d’Affari

Giorno della Verità, a Milano si accende il dibattito sul futuro dell'Italia

Gli Scatti d’Affari

Gallerie D'Italia - Milano, apre al pubblico la mostra "Felice Carena"

Gli Scatti d’Affari

ANBI, conclusa la quinta edizione del concorso fotografico 'Obiettivo Acqua'

Guarda gli altri Scatti

in evidenza
Il "comizio" di Vittorio Sgarbi a Tricase (Lecce)

Affari va in rete

Il "comizio" di Vittorio Sgarbi a Tricase (Lecce)


motori
Nuovi incentivi auto: opportunità per l'Italia e l'industria automotive

Nuovi incentivi auto: opportunità per l'Italia e l'industria automotive

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.