A- A+
Economia
RINA Innovation Day: Archon vince il premio come miglior azienda innovativa

La startup Archon si è aggiudicata il premio come miglior azienda innovativa nella Call for Innovation organizzata da RINA, azienda multinazionale di certificazione, ispezione, testing, classificazione e consulenza.

Archon si è distinta tra dodici finaliste provenienti da tutta Italia, che si sono date appuntamento alla Microsoft House per presentare i loro progetti.

La Call for Innovation lanciata da RINA è dedicata al tema della Augmented Inspection, ovvero allo studio di tecniche e soluzioni innovative pensate per le ispezioni. Ai partecipanti è stato chiesto di proporre servizi e strumenti dedicati alla raccolta dati e alla creazione di analisi predittive, in grado di ottimizzare i processi produttivi e di manutenzione.

Per la Call for Innovation Augumented Inspection sono state individuate più di 170 imprese; alla fine del processo di selezione, basato sulla valutazione delle proposte presentate in termini di innovazione e potenziale, sono state individuate dodici finaliste.

In occasione dell’Innovation Day, le aziende selezionate (The Tactigon, Archon, DRB, LinUp, Kuaternion, Alleantia, New Generation Sensors, ENERSEM, High Performance Analytics, Circle Garage, MTM Project e 221e) hanno potuto presentare in prima persona i loro progetti davanti alla giuria, composta dal top management di RINA, Microsoft Italia e Digital Magics, che ha scelto la start up a più alto potenziale per le necessità e gli obiettivi strategici della società.

Ad aggiudicarsi il riconoscimento è stata Archon con il suo progetto SofyAI, una piattaforma di Intelligenza Artificiale per la gestione e la riduzione del rischio in ambiti fisici complessi, in particolare nella gestione della safety e della security di impianti industriali.

RINA supporterà economicamente Archon per lo sviluppo del servizio e della tecnologia proposti e nella sua integrazione nella offering di Gruppo; RINA offrirà anche un concreto aiuto in termini di business development.

“All’interno del nostro percorso di innovazione abbiamo pensato di aprire le porte dell’azienda al mondo delle startup e PMI italiane. Lo abbiamo fatto perché abbiamo raccolto le esigenze dei nostri clienti, attuali e futuri, di avere nuove tecnologie e nuove soluzioni per estrarre ancora più valore dai dati a disposizione”, ha detto ad Affaritaliani.it Giosuè Vezzuto, Chief Digital Officer di RINA.

“Rina applica le proprie competenze ingegneristiche per offrire possibilità di analizzare e predire il funzionamento dei vari asset in giro per il mondo.

Abbiamo scelto Archon per la novità dell’idea e per la contiguità con il nostro business; soprattutto, il driver più importante è stato l’immediatezza e la velocità con la quale potremo proporre la soluzione presentata da Archon”.

“La democratizzazione della tecnologia è per noi un aspetto fondamentale – ha continuato Vezzuto -. Rina ha sempre sottolineato l’importanza delle idee, indipendentemente da dove queste nascessero: sia all’interno che all’esterno dell’azienda”.

Vezzuto ha poi sottolineato come quello di RINA per fare innovazione sia un modello aperto, inclusivo e collaborativo “Per questo ci proponiamo come partner industriale per le startup, contribuendo alla loro crescita grazie alle nostre competenze, conoscenza dei mercati e capacità di delivery”.

vezzuto
VIDEO - Vezzuto, RINA: "Apriamo alle startup per rispondere alle esigenze dei clienti"

"La piattaforma che abbiamo presentato oggi l’abbiamo sviluppata negli ultimi tre anni. Ha già avuto nel suo primo anno di vita una decina di clienti industriali importanti", ha detto ad Affaritaliani.it Roberto Navoni, CEO di Archon. "L’obiettivo è quello di realizzare un sistema di intelligenza artificiale in grado di contenere i rischi in ambito industriale, in particolare nel settore della sicurezza dei lavoratori.

L’idea è usare algoritmi molto complessi all’interno di un’industria e quindi applicare un’altissima tecnologia per capire che cosa succede in un’azienda. Penso che per RINA il tema della sicurezza sia molto importante".

navoni
VIDEO - Navoni, Archon: "Usiamo AI per contenere i rischi in ambito industriale"

Layla Pavone, Chief Innovation Marketing e Communication Officer di Digital Magics, ha dichiarato: ”Siamo davvero orgogliosi dei risultati raggiunti con questa Call For Innovation, grazie alla partnership con RINA, un’azienda che rappresenta l’eccellenza nel settore a livello internazionale e con la quale siamo stati fieri di collaborare. Il commitment di Rina in termini di apertura all’innovazione per linee esterne è, a mio avviso, un esempio per molte aziende che ancora non hanno beneficiato di questa importante opportunità offerta dall’ecosistema dell’innovazione all’interno del quale le startup e le PMI innovative svolgono un ruolo centrale nella capacità di generare valore aggiunto”.

Call for Innovation Augumented Inspection, ecco i profili delle aziende finaliste:

The Tactigon: è una start up innovativa che progetta e produce sensori IoT e wearable dal 2014 e ha due linee di prodotti venduti in Europa e in USA. La prima è Tactigon, ovvero la tecnologia hardware e software di motion capture e gesture recognition con A.I. La seconda è Ruggedaq IoT gateway e sensori per monitoraggio del movimento.

Archon: è una start up innovativa che si occupa di sistemi di intelligenza artificiale per controllare la sicurezza in ambienti industriali, monitorando movimenti e rischi di persone e macchinari, creando un fedele digital twin in tempo reale. L’obiettivo è robotizzare l’ambiente ed eliminare i rischi per l’uomo.

DRB: è una start up innovativa che fornisce soluzioni innovative per l'automazione di servizi operati da droni e automatizza il processo di ispezione e reporting per impianti industriali di generazione e trasporto di energia e infrastrutture.

LinUp: è una start up innovativa che ha creato un sistema integrato hardware e software che consente di introdurre nelle PMI concetti, metodologie e strumenti di analisi del processo produttivo. L’obiettivo è la produzione solo a totale soddisfacimento della richiesta del cliente con zero scorte, zero errori, zero interruzioni del ciclo di lavoro.

Kuaternion: è una startup del Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile e Ambientale (DICEA) dell'Università "La Sapienza" di Roma e sviluppa sistemi di monitoraggio geomatico di altissima precisione (inteso come controllo della posizione, dello spostamento, delle velocità e delle accelerazioni) di strutture/infrastrutture strategiche. Si occupa inoltre di rilievo e/o moderazione del territorio e dello sviluppo di algoritmi per la navigazione con sensori GNSS.

Alleantia: è una startup nella top 10 a livello mondiale per l’Industrial IoT ed è partner strategico di Advantech, Cisco e Dell. L’ecosistema 4.0 di Alleantia conta più di 40 aziende, centinaia di installazioni, nel manufacturing, energy, trasporti e le sue soluzioni sono utilizzate da moltissime aziende nei loro progetti di trasformazione digitale, fra cui Brembo, Paglieri, Ansaldo Energia, Cornaglia, TIM, LeonardoCompany.

New Generation Sensors: è una start up innovativa che nasce nel 2015 come spin off della Scuola Superiore Sant'Anna e del CNIT e opera con l'intento di sviluppare prodotti e soluzioni nell'IoT. Ad oggi NGS ha già pronti alcuni prodotti per Predictive Maintenance, Smart Camera e tracker/gateway per la logistica intermodale. NGS inoltre partecipa al progetto HORIZON 2020 ICONET.

ENERSEM: è una start up innovativa e spin-off   del Politecnico   di Milano, fondata  nell'autunno 2016 da professori e ricercatori del Dipartimento Energia e Polihub, l'incubatore del Politecnico di Milano. Essa fornisce servizi basati su modelli software per industrie e società di servizi energetici.

High Performance Analytics: è una start up innovativa e spin-off accreditato dell’Università di Verona, che nasce dalla passione e dall’ingegno di un team di matematici, data scientist e developer per fornire al mercato soluzioni custom per l’analisi predittiva in ogni settore industriale al fine di ottimizzare processi e strategie di business.

Circle Garage: è uno spin-off dell'Istituto Italiano di Tecnologia nata nel 2013 specializzata in (Industrial) Internet of Things, Big Data, Cloud e Realtà virtuale e aumentata. È stata scelta come partner da FCA, Maserati, Magneti Marelli, Edison Energia e Leonardo per lo sviluppo di progetti in ambito industriale, grazie alle alte competenze tecnologiche e lo spiccato orientamento verso l'innovazione e l'affidabilità.

MTM Project: da oltre 10 anni, progetta e sviluppa soluzioni software tailor made, software in Realtà Virtuale (VR) e Machine Learning per facilitare i processi di formazione del personale aziendale, e in Realtà Aumentata per il service e la manutenzione degli impianti industriali, attraverso applicazioni web e desk su smartglass, smartphone, tablet e pc.

221e: è un’azienda attiva nella progettazione, sviluppo e commercializzazione di dispositivi elettronici indossabili e, più in generale, di sistemi integrati per sensoristica applicata e applicazioni IoT.

 

 

Commenti
    Tags:
    rina innovation dayarchonpmi e startup rinadigital magicopen innovationinnovazionesicurezzaindustria 4.0
    Loading...
    i più visti
    in evidenza
    Smart working, soft skills Ripensare il lavoro post-Covid

    Il rigoletto

    Smart working, soft skills
    Ripensare il lavoro post-Covid


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Citroen Berlingo, la soluzione ideale per le vacanze estive

    Citroen Berlingo, la soluzione ideale per le vacanze estive

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.